Giorgio Rocca: "Sono tornato"

Obiettivi e speranze dopo il quarto posto in Badia

In viaggio verso Madonna di Campiglio dopo l’intensa settimana di Coppa del Mondo tra Gardena e Badia. In macchina con Giorgio Rocca alla volta della Val Rendena dove è in pragramma il tradizionale Parallelo di Natale. Ci sono Tania con i piccoli Giacomo, Tommaso e Francesco ad aspettarlo. Nella hall dell’hotel Miramonti a Campiglio il livignasco parla a ruota libera. E’ rilassato. Il primo pensiero è per le malelingue che non credevano più in lui: “Molti pensavano che non potessi ancora fare una bella gara. Invece eccomi qua, quarto, a ridosso del podio e con i primi della classe. Sono rinato, e non è ancora finita”. Giorgio scherza con i suoi bimbi. Prende in braccio Francesco, il più piccolo che si addormenta sulla sua spalla e continua: “Sono davvero contento della mia prestazione. Il quarto posto? Ci avrei messo la firma se me lo avessero proposto. Sui piani vado davvero come un treno, lo sapevo dagli ultimi allenamenti con la squadra. Nel finale della seconda manche ho fatto il miglior tempo, dimostrando che mi so adattarmi alla sciata nuova dello slalom. Faccio velocità sui piani, mi manca di andar forte anche sul ripido e il podio arriverà. Sono convinto e pienamente fiducioso. Per questo dopo Natale a Bielmonte mi allenerò sul barrato e sul ripido, per avere dimestichezza anche su quei tipi di pendii. Per il momento però mi godo questo ritorno con i più forti”. E’ un momento felice per lo slalom azzurro: “Andiamo tutti bene, e peccato per Razzo, se arrivava al traguardo nella prima faceva un garone. Sul ripido è più avanti di me e Manfred in diverse prove”. Un Natale sereno per Giorgio. E’ tornato il “solido livignasco”….
 

Altre news

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...

Le Traiettorie Liquide di Federica Brignone al Lagazuoi EXPO Dolomiti

Dal livello del mare a quota 2.732 metri, attraversando mari, laghi, fiumi e ghiacciai: le Traiettorie Liquide di Federica Brignone, partite dalle acque di Lipari nel 2017, sono arrivate tra le vette del Lagazuoi EXPO Dolomiti, il polo espositivo...