Salvadori: «Bene e potevamo fare anche meglio…»

Il primo podio non si scorda mai, anche nel circuito continentale. Verena Gasslitter è raggiante e ci racconta così la sua gioia dalla Norvegia: «Sono contentissima per la gara – ammette – e soprattutto per il mio primo podio. La pista mi è piaciuta subito, avevo buone sensazioni in partenza. In gigante invece ho fatto un po’ fatica a Trysil, ma spero di andare meglio domani e sciare come sto facendo in allenamento. Siamo un bel gruppo, ci capiamo molto bene, ci divertiamo anche e cerchiamo di motivarci a vicenda».

PAROLA A SALVADORI – Ecco il tecnico bresciano, responsabile del team Coppa Europa femminile: «Contento, naturalmente, ma potevamo fare anche meglio. Stanno sciando tutte bene in allenamento, potevano esserci altre ragazze lì davanti. Sosio e Galli hanno commesso degli errori non da loro. La pista è molto bella, tecnica, di fianco a quella di Coppa del Mondo, ma ci si passa sopra in alcuni tratti. Adesso speriamo di ottenere un buon risultato anche in gigante, le ragazze ne hanno le possibilità».

Gara tra le porte larghe prevista domani, sempre a Kvitfjell, ore 10 e 13.30. In Coppa Europa nella classifica generale guida Petra Vhlova con 160 punti, Gasslitter è quarta a quota 80.

 

BRAVE RAGAZZE IN COPPA EUROPA! ?? A sfiorare il successo è Verena Gasslitter, seconda sul traguardo con due soli centesimi di distacco dall’austriaca Michaela Heider. Ma le italiane sono davvero brillanti: sesta la poliziotta Anna Hofer, settima la classe ’97 Laura Pirovano, argento in gigante a gennaio negli Eyof; positivo anche il quindicesimo posto di Valentina Cillara Rossi, altra ragazza con poca “benzina” nelle gambe per via di un problema fisico, e il 17esimo della forestale Asja Zenere. A punti anche le due Delago: 23esima Nicol e 25esima Nadia, di poco meglio di una Camilla Borsotti che chiude 29esima. Non hanno terminato la propria prova, invece, le valtellinesi Jole Galli e Federica Sosio. Una foto pubblicata da SKI ALPINE ❄️ (@fis_alpine) in data:

Articolo precedenteGugu Bosca: ‘Un quinto posto di valore’
Articolo successivoCE, Gasslitter seconda. Grande Italia a Kvitfjell
Gianmario
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.