Alcuni atleti del La Thuile in ricognizione sulle piste del Fosson

Daniele Collomb e lo sci club La Thuile non vedono l’ora di iniziare la stagione. «Il Fosson? Prima o dopo, in settimana o nel weekend non importa: spero solo che si parta presto con le gare, dobbiamo ripartire nel modo più assoluto, il movimento deve girare e serve ripartire dopo una stagione interrotta sul più bello. La scelta fatta dagli organizzatori è comunque stata apprezzata».

Lo sci club La Thuile quest’anno si è allenato in maniera differente rispetto al solito. Nei suoi programmi di allenamento della categoria Cuccioli ha introdotto lo sci d’erba, dopo aver effettuato alcune sessioni di prova con Edoardo Frau, il campione azzurro di questa disciplina. E poi tante altre attività, come mountain bike, trekking, slackline, percorsi di abilità, parco avventura. Insomma settimane di lavoro multisport. «Abbiamo riportato sulla neve quello che abbiamo visto nello sci d’erba: una scommessa vinta, i primi risultati si sono già visti». I Children invece hanno sciato con i soliti ritmi, circa 35 giorni di allenamento tra Cervinia e Passo dello Stelvio. «Un super lavoro con loro, una settimana in pista e una casa, praticamente».  

La squadra del La Thuile che parteciperà al Fosson avrà al suo interno anche tre atleti che fanno parte del progetto Children del Comitato Asiva. Sono Giorgia Collomb, Giulia Pasquali e Ludovico Rosaschino.