Lara Gut, leader della classifica di specialità in gigante @ZOOM agence

Dopo quasi 14 anni dalle Finali di Coppa del Mondo 2002, Flachau torna a ospitare uno slalom gigante di Coppa del Mondo femminile, di fatto il primo assoluto se parliamo di ‘stagione regolare’, cioè di tutto ciò che è al di fuori dell’ultimo atto. E’ il recupero della gara cancellata a Ofterschwang, il sesto appuntamento stagionale (su nove) tra le porte larghe dopo Sölden, Aspen, Aare, Courchevel e Lienz. Seguiranno Maribor a fine mese, Jasna e Skt. Moritz (Finali) a marzo. Coppa di specialità apertissima con Gut pettorale rosso davanti a Brem e Brignone e la coppia Rebensburg-Weirather, senza dimenticare Nina Loeseth e Tessa Worley.

METEO – A Flachau nevica da giorni: gli organizzatori hanno lavorato la pista, la ‘Hermann Maier Weltcupstrecke’, spostando la neve con i gatti, bagnando e risistemando il manto nelle ultime ore. Ma le previsioni parlano di una nevicata intensa per la notte, mentre durante la gara di domani dovrebbe essere molto più leggera. Il tracciato necessiterà per forza di cose di un ulteriore ritocco magari nelle prime ore del mattino, ma sicuramente non potrà esserci neve particolarmente dura. «A questo punto – ci dice il responsabile della squadra di slalom e gigante italiana, Gianluca Rulfi – diventa fondamentale la capacità di adattamento di ogni singola atleta alle condizioni che si troveranno in pista domani. Le ragazze stanno tutte bene e l’allenamento è risultato molto positivo».

PISTA – La pista è la stessa dello slalom, già citata, ovviamente con partenza più alta, sul piano. Segue un ‘murettino’ più una traversa che porta allo start dei ‘rapid gates’. La caratteristica del pendio è quella di essere mosso, con tanti dossi da lavorare al meglio e sui quali prendere velocità. Un tracciato non troppo dissimile da quello di Åre piuttosto che Lienz, o forse ancora più facile, dove Federica Brignone si è sempre trovata bene, così come Lara Gut piuttosto che Viktoria Rebensburg. Ma le favorite alla vigilia restano tante nella specialità più aperta tra le donne (come lo slalom, in realtà, oggi, ma solo perché manca Shiffrin…): con le citate, ecco Loeseth, Weirather, Worley, Hansdotter perché no visto come sta sciando attualmente e c’è tanta curiosità per capire come si comporterà Lindsey Vonn, già da giorni a Flachau, su un pendio che potrebbe aiutarla notevolmente. In questa disciplina lei e Lara si giocano tanto in ottica Coppa generale.

ITALIA – Le azzurre sono dieci, come sempre finora in gigante, ben cinque nel primo gruppo: Federica Brignone (tra le prime sette a partire), Nadia Fanchini, Marta Bassino, Manuela Moelgg, Irene Curtoni. Le atlete nel primo gruppo sono in realtà 16 a causa di un ex aequo nella WCSL di gigante tra Drev e Bassino. Poi ecco Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Sofia Goggia e quindi Karoline Pichler, reduce dal successo in Coppa Europa a Zinal, e Nicole Agnelli, che in slalom non ha raccolto niente, ma è al rientro in gigante.

ORARI E TV – Prima manche 9.15, diretta dalle 9.00 su RaiSport1 ed Eurosport 1. Seconda manche dalle 12.15, diretta su RaiSport1 e, dalle 12.30, su Eurosport1. Poi tutte a Cortina d’Ampezzo per discesa e superG.

START LIST