Materiali, gare e questioni legate all’agonismo sono già ampiamente regolamentate, ma ora la FIS ha deciso di mettere dei paletti anche sull’uso dei social media. Facebook , Twitter, Instagram, You Tube sono ormai all’ordine del giorno sia per i mezzi di informazione, sia per atleti, tecnici e dirigenti. Così, il comitato pubbliche relazioni della federazione internazionale ha pubblicato un documento con le linee guida da rispettare per tutti coloro che utilizzano i social.

In realtà si tratta si di un regolamento ma soprattutto di alcuni consigli utili a migliorare l’immagine personale e di tutto il circo bianco.

BENE CONDIVIDERE LE INFORMAZIONI – La FIS nel documento ricorda che tutto quanto pubblicato è di libero accesso a chiunque e dunque è necessario pensare prima di scrivere, cercando di condividere tutte le notizie belle e interessanti. Si chiede altresì di interagire con il pubblico, rispondendo alle domande, postando link inerenti il mondo dello sci, utilizzando @ e #, simboli ormai famosi nel mondo social, specialmente su Twitter. Anche pubblicare con costanza, ricordare agli utenti di guardare le gare e correggere eventuali errori fanno parte del documento internazionale.

EVITARE INUTILI DISCUSSIONI – Al contrario, è meglio evitare tutta una serie di messaggi che potrebbero scatenare inutili polemiche. La FIS chiede che vengano esclusi commenti riguardanti questioni legali, le decisioni di altri atleti, notizie contro aziende, sport, gare e atleti, ma anche evitare di pubblicare post a caldo o reagire in maniera inopportuna a messaggi negativi utilizzando un linguaggio non consono. È altresì vietato linkare contenuti inappropriati e utilizzare materiale fotografico senza il consenso dell’autore.

Articolo precedenteElezioni, Nicola Tropea confermato presidente del CLS
Articolo successivoRomano, sugli sci a gennaio
Andrea
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nel giornalismo e nella comunicazione, unendo la passione per lo sport al lavoro. Dal 2013 collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e di Reparto Corse, passando poi a seguire sul campo anche eventi di Coppa del Mondo, Campionati Mondiali e Coppa Europa. È giornalista e fotografo a tutto campo e porta avanti un'agenzia di comunicazione specializzata nello sport e negli eventi: ciclismo, mountain bike, sport invernali e trail le discipline più seguite.

2 COMMENTI

  1. ohh ci mancava una "enciclica" di tale spessore. Grazie Papa Gianfranco!!! Ora aspettiamo appropriate direttive anche in ordine al corretto utilizzo delle infradito una volta levati gli scarponi e mi raccomando che in Fisi traducano correttamente il documento onde evitare, come di recente, disdicevoli misunderstanding

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.