Federica Brignone con la Coppa del mondo ©Alessandro Trovati/Pentaphoto

Ci sono i calendari della Coppa del Mondo (in attesa di approvazione del consiglio Fis) e non figurano particolari novità rispetto a quanto già comunicato dalla Federazione internazionale nelle scorse settimane. È stata confermata la volontà di tenere il più possibile divisi settori e circuiti, cercando di limitare trasferte e costi. 

È inoltre stato stabilito un regolamento che consentirà di stabilire se una gara potrà essere considerata Coppa del Mondo oppure no. Per questo, 5 settimane prima dell’evento, sette delle prime nazioni della scorsa stagione devono essere autorizzate a entrare nella nazione che ospita le competizioni. In caso contrario la task force della Fis prenderà una decisione. È allo studio anche uno “scudo” per proteggere quegli atleti che per svariati motivi legati al Covid non potranno prendere parte a uno o più gare della Coppa del Mondo 2020/2021, che partirà da Soelden tra due settimane esatte. 

Spariscono dai calendari le gare di combinata alpina, fatta eccezione per quella dei Mondiali di Cortina; anche i paralleli sono stati ridotti all’osso: si gareggerà solo a Lech il 14 novembre, a Cortina e alle Finali di Lenzerheide, in programma dal 17 al 21 marzo. Tutto confermato per quanto riguarda la rassegna iridata di Cortina, fissata dall’8 al 21 febbraio 2021.

UOMINI – Dopo opening e parallelo, il circuito maschile entrerà nel vivo in Val d’Isère con un doppio fine settimana, prima del tradizionale filotto di gare italiane: Val Gardena, Alta Badia (gigante e slalom), Madonna di Campiglio e Bormio. Raddoppiano i giganti ad Adelboden, così come a Bansko, due slalom a Chamonix, Wengen e Kitz tengono il programma originario e sono le uniche che ospitano velocità e slalom. 

DONNE – Confermati i due slalom di Levi del 21 e 22 novembre, con Sankt Moritz che prende il fine settimana in precedenza occupato da Lake Louise per due gare di superG. Subito dopo ci sarà Courchevel con due giganti e ancora Val d’Isère con due discese e un superG. Maribor organizzerà due giganti a gennaio, Crans Montana due discese, Åre invece due slalom. La Fis ha deciso di tenere in calendario i test event olimpici di Yanqing; dopo l’annullamento delle gare maschili lo scorso anno, almeno una prova generale la vogliono fare. Sono allo studio spostamenti e trasferimenti in una vera e propria bolla.