Fenninger e il manager si separano. Anzi no

Un’estate travagliata quella di Anna Fenninger, ne hanno scritto e parlato tutti in ogni modo. Ora arriva l’ultima notizia di una telenovela infinita, poi ‘ritrattata’.

SEPARAZIONE – Secondo quanto riportato inizialmente dal ‘Tiroler Tageszeitung’, infatti, Anna Fenninger alla fine avrebbe rinunciato anche alla consulenza del manager storico, da lei difeso strenuamente all’inizio della querelle con OESV, Klaus Kärcher. La notizia sarebbe stata confermata da Markus Wekwerth, tradizionale consigliere giuridico della 26enne salisburghese. Erano state riportate anche le parole dello stesso Wekwerth: «Penso che la decisione non sia buona – avrebbe detto – ma la Federazione austriaca e il presidente Schröcksnadel non tollerano un consulente indipendente che lavori con i singoli atleti. Lo trovo personalmente molto triste: il nostro compito è quello di aiutare Anna in tutte le faccende che non riguardano lo sci e fare in modo che lei possa concentrarsi solamente su gare e allenamenti».

VERITA ‘ – Poi, però, Wekwerth ha ritrattato, parlando con l’agenzia APA (Austria Press Agency): «In realtà non c’è stata nessuna separazione tra Anna e il suo manager, la consulenza è ancora in atto, così come il contratto tra le parti». Fine della indiscrezione. I sospetti, però, rimangono. Il tutto, pare, sarebbe nato da un equivoco nel colloquio che Markus ha avuto con il giornalista della testata citata.

Notizia riportata da skionline.ch

//

you can’t see it – but im SMILING ? #loveit ?? Posted by Anna Fenninger on Giovedì 13 agosto 2015

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...