Federica Brignone, argento in gigante

Settima dopo la prima manche, all'attacco nella seconda

Chiusura con medaglia ai Campionati mondiali Juniores. C’era grande attesa per Federica Brignone nella sua specialità, il gigante: alla fine una medaglia, quella d’argento che la non soddisfa del tutto. Ma andiamo con ordine, clima da tregenda a Les Houches: neve, vento e anche la nebbia nella seconda manche. Partenza ribassata, manche corta da 48 secondi, quasi tutta in piano, senza il tratto più impegnativo. Non è fortunata Federica, il vento la frena nella parte alta: nei primi 20 secondi di gara paga 7 decimi, chiudendo alla fine con il settimo tempo con 80 centesimi di ritardo dalla norvegese Mona Loseth. Seconda manche furibonda, tutta all’attacco: Federica realizza il miglior tempo di manche, ma non è sufficiente. E’ ‘solo’ medaglia d’argento a 37 centesimi dalla Loeseth, con lo stesso tempo della tedesca Lena Duerr. «Sono contenta per come ho reagito di testa – commenta Federica – volevo vincere, ma viste le condizioni può andar bene lo stesso. Manche del genere sono da gara Cuccioli». Le altre azzurre: tredicesima Francesca Marsaglia, diciottesima Lisa Magdalena Agerer, quarantatreesima Elena Curtoni, quarantacinquesima Sofia Goggia, out nella prima manche Michela Azzola.

Segui il nostro canale telegram per ricevere subito tutti gli aggiornamenti di raceskimagazine.it. Clicca qui e unisciti alla community.

Altre news