Fassa GPI Junior, Pizzato di prepotenza in slalom

Dopo la Coppa Europa, è tempo di Gran Premio Italia Junior sulla Aloch di Pozza di San Giovanni di Fassa. Dopo l’opening Senior a Solda con il timbro di Alex Hofer, ecco il circuito istituzionale giovanile con il primo atto. Ed è il poliziotto padovano Stefano Pizzato a firmare lo slalom. Sul podio tutti atleti che ieri hanno partecipato alla gara del circuito continentale vinta dal francese Clement Noel. Secondo a 1.24 Jonas Bacher, Gsiesertal, terzo il portacolori del Lecco a 1.45 Andrea Bertoldini. I distacchi inflitti dall’ex Drusciè Cortina sono comunque considerevoli: infatti il quarto, Raffael Hoffgartner, è ad oltre due secondi. Quinto Francesco Zucchini, sesto Matthias Comploj e settimo Gabriele Sartori. A chiudere la top ten troviamo Pietro Motterlini, Diego Bucciardini e Davide Damanti.

GUARDA LA CLASSIFICA DELLO SLALOM GPI FASSA 

PAROLA A PIZZATO E RIVA – «Pista davvero impegnativa, condizioni come ieri in Coppa Europa. Nella prima manche ero davanti a Seppi di sei decimi. Un bel successo nella prima tappa del Gran Premio Italia Junior», fa sapere Stefano Pizzato. Interviene il coach del Lecco Carlo Riva, uno dei più navigati della categoria a livello nazionale: «Difficile ed impegnativa la Aloch, ma comunque spettacolare. Neve dura, comunque con grip. Per i giovani è un bel banco di prova la pista di Pozza, difficile non solo per i contenuti tecnici ma anche perchè decisamente lunga. Bertoldini? Bene la seconda, nella prima un po’ con i freno tirato ma ci sta. Bisogna far classifica nel GPI, quindi a volte può mancare scioltezza nell’azione dei ragazzi». Domani sulla nevi ladine di Pozza il gigante GPI Junior. 

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...