Più di uno sci club, più di una società sportiva. Scrivi Livata, leggi famiglia. Una grande famiglia con legami e rapporti solidi. La storia del Livata di questo ultimo decennio è una storia di successi. Campionati italiani di ogni categoria organizzati e risultati agonistici rilevanti. Ma la grande vocazione del Livata, realtà presieduta da Franco Malci, è aver sdoganato definitivamente lo sci fuori dallo schema alpino. L’alto livello con Alberto Tomba e Giuliano Razzoli lo aveva già fatto da anni, oggi anche a livello di agonismo giovanile il Livata ha dimostrato che una società romana può avere valore, idee, potenzialità, cultura sportiva tali da competere con chiunque. A Roma la grande festa del Livata come ogni inizio estate. Tanti, tantissimi i contenuti, gli spunti, le novità. E’ stata la celebrazione di Riccardo Allegrini, il romano di Subiaco classe 2000, entrato poche settimane fa nella squadra nazionale giovanile. Allegrini è un vanto per la famiglia Livata, un onore: cresciuto con Andrea Truddaiu, legame stabile che è andato avanti con efficacia anche quando il giovanotto era tesserato con SS Lazio e con i Carabinieri, ritrova il suo allenatore proprio nei giorni della promozione in squadra azzurra. E si, Allegrini e Truddaiu insieme in nazionale in un team, guidato da Max Carca, che punterà a far crescere e maturare i nostri ragazzi verso gli appuntamenti iridati e olimpici del futuro. Famiglia Livata è quella che da quattro anni ha lavorato insieme a papà Andrea, che è coordinatore dei Maestri di sci dell’Abruzzo, di far crescere Goffredo Mammarella, l’abruzzese oggi atleta Osservato Fisi e colonna del team centro sud. E la Famiglia Livata è quella che accompagnato già la passata stagione in squadra nazionale Elena Sandulli che ha esordito addirittura in Coppa del Mondo, ha inserito nelle Fiamme Oro Gianmaria Illariuzzi, dato le opportunità alla InossidabileSenior Erica Biaggi di lottare ancora nel mondo delle gare, di crescere giovani leoni e far man bassa di risultati eclatanti come fra i più piccoli con Edoardo Lallini.

LO STAFF E GLI ATLETI PIU RAPPRESENTATIVI – E fra le novità intanto ecco nello staff tecnico Gianni Moriconi, tecnico navigato e responsabile dei Maestri di sci del Lazio, quindi Valerio Amelia e Margherita Lallini. Moriconi si prenderà cura della categoria Giovani e Senior. Un gruppo davvero ricco di nomi importanti con diversi atleti inseriti nella rappresentativa centro sud, ossia Giorgia Tari, Giorgio Saputo, Federico Pinti, Valeria Morvillo, Benedetta Caloro (tesserata Canottieri Aniene), Agnese Intermesoli (tesserata Cai Macerata). Senza dimenticare al Senior Erica Biaggi. Amelia e Lallini, la seconda impegnata come jolly per i grandi eventi nazionali, nel pianeta Children e Pulcini che sarà diretto da Giacomo Mariotti in collaborazione anche con Giampiero Orlandi. Spiccano fra i Children Edoardo Lallini al primo anno Ragazzi, quindi Alice Pompei, Francesco Orlandi, Edoardo Grignani, Virginia Tramontano e Simone Bulgarelli. Invece fra i Pulcini attenzione a Gaia Esposito e Rachele Capobianco, ma occhio ad un gruppo che vede nuovi innesti. Fra gli eventi griffati Livata, confermato l’opening di Solda all’Ortles/Sulden Am Ortler di metà novembre con le Fis che saranno valevoli come qualificazione per il primo atto di Coppa Europa in Scandinavia. Quindi le tappe del Gran Premio Italia Giovani e Senior di Campo Felice a marzo e sempre nella località dell’Altopiano delle Rocche le gare circoscrizionali e la selezione Pinocchio. Un rapporto importante quello fra il Livata e la società impianti di Campo Felice diretta da Andrea Lallini, stazione che è proprio fra i main sponsor del club capitolino. A cui si affiancano Monini, Intesa San Paolo, MyPrintService e Todis.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.