Faivre comanda, De Aliprandini 5°. Distacchi minimi: sarà battaglia nella seconda. Della Vite 21°

ALTA BADIA LIVE – Neve aggressiva, non vetro, tracciatura veloce, poi i soliti muri, le solite onde, il pendio badiota insomma non tradisce mai in termini di spettacolarità. Il campione del mondo Mathieu Faivre al momento comanda dopo la prima manche sulla Gran Risa. Lo svizzero Marco Odermatt è appicciato al transalpino: solo due centesimi fra i due.

Marco Odermatt ©Agence Zoom

Il nostro Luca De Aliprandini, reduce dall’ottimo quarto tempo in Francia, soffre la prima parte un po’ la prima parte del tracciato e dal secondo intermedio mantiene: solido, centrale, una sciata sicuramente più sicura questa stagione finalmente. Il trentino è terzo provvisorio fino al numero 16: l’austriaco Manuel Feller si infila in terza piazza a 19 centesimi dalla testa della classifica. E poi anche con il 18 lo statunitense River Radamus, una delle rivelazioni della stagione, si piazza quarto a tre decimi.

Feller in rico ©Agence Zoom

ECCO DE ALIPRANDINI DOPO LA PRIMA RUN– Finfer al momento è quinto a 53 centesimi, uno solo davanti al croato Filip Zubcic. Ci dice Luca: «Siamo tutti attaccati, proprio in tanti a giocarci il podio e secondo me anche la vittoria. Ci sarà da divertirsi. La pista? Non è ghiaccio vivo, neve che permette di fare tutto e di più. Il manto non si sta rovinando, questo è importante…». Poche parole ma con in testa alla seconda frazione. E’ consapevole che ha margine, che si può ancora attaccare. Sembra abbia preso le misure nella prima sessione, nella seconda si può mettere ancora un’altra marcia. Il podio non è lontano. Anzi.

Luca De Aliprandini nella finish area dopo la prima manche

DELLA VITE DENTRO – Sono tutti appiccicati appunto. Il norvegese Henrik Kristoffersen è settimo 57, poi lo svizzero Justin Murisier e il francese Alexis Pinturault e a chiudere la top ten lo svizzero Gino Caviezel a 71. Sono tredici concorrenti in meno di un secondo: il norvegese Fabian Solheim è a 98 centesimi dalla testa della classifica. Ci sarà da divertirsi nella seconda manche. Non si qualificano Simon Maurbetger a 3.19, Hannes Zingerle a 3.30, Alex Hofer, che si era infilato a ridosso dei 30 in Val d’Isere, a 3.31, Giovanni Franzoni a 3.32. Riccardo Tonetti e Giovanni Borsotti out. Con il 50 un ottimo Filippo Della Vite riesce a qualificarsi: chiude in 21a piazza a 1.56. Che bravo il 2001 bergamasco di Ponte Ranica: nella seconda sessione anche per lui ci sarà modio di poter recuperare ancora posizioni.

 

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE