Eva-Maria Brem: «È giunto il momento di voltare pagina». L’austriaca saluta a 32 anni

«Il momento è arrivato». Poco prima di Pasqua Eva-Maria Brem ha annunciato il ritiro dall’attività agonistica. «Lo sci alpino è stata la mia vita per tutti questi anni, questo incredibile viaggio sta per finire – scrive sui social -. La fine della mia carriera è probabilmente meno una sorpresa per voi, di quanto lo sia per me in questo momento. La mia carriera è stata caratterizzata da molti alti e bassi, colpi di scena, e se questo sport mi ha insegnato una cosa, è quella di non arrendersi mai. Il duro lavoro paga sempre prima o poi».

Eva-Maria Brem a Kronplatz, in una delle sue ultime gare ©Agence Zoom

Nel 2016 ha vinto la coppa di gigante, fu seconda la stagione precedente. In carriera vanta anche tre vittorie in Coppa del Mondo e un totale di 11 podi. Esordì nel mondo delle Fis a Gurgl, in Austria, nel 2003, il primo pettorale in Coppa del Mondo lo indossò invece due anni dopo nello slalom di Lienz.

«Ho avuto il privilegio di realizzare il mio sogno d’infanzia e ho amato mettere tutta la mia energia nel lavoro . Sono sempre stata accompagnata dalla mia voce interiore che mi diceva di andare oltre e di spingere più forte mentre cercavo la curva perfetta, ma questa voce non mi parla più. Per essere onesti: è una bella sensazione e sono pronta a voltare pagina».

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...