E' Innerhofer il più veloce a Bormio

Primo giorno di prova per la discesa di Coppa del Mondo

Christof Innerhofer stacca il miglior tempo nella prima prova cronometrata sulla Stelvio, dove domenica si correrà la quarta dicsesa della stagione. La Stelvio si è presentata per la prima ispezione in ottime condizioni di neve e preparata con grande attenzione in ogni suo passaggio. La prima parte che precede il salto de La Rocca ed lo schuss finale all’altezza di Feleit si presentavano vetrificati dal ghiaccio verde. Dopo un’attenta ricognizione, che come spesso capita ha chiuso fra gli ultimi, "Inner" è stato il più veloce, dimostrando di avere le batterie cariche anche nella insidiosa parte conclusiva. Anche Werner Heel stava staccando un tempone, ma sul muro finale ha saltato una porta. "Che pista insidiosa. Nel finale ero stanchissimo. Vedevo davvero poco dopo il salto di San Pietro, c’era poca luce e gli sci sbattevano". Tuttavia Gianluca Rulfi, appostato a Feleit, è soddisfatto: "Inner e Werner sono quelli che mi sono piaciuti di più. Christof ci ha creduto, non ha mai mollato, Werner è apparso davvero morbido, sicuro, dove invece altri hanno tribolato". Ci è mancato poco che lo svizzero Carlo Janka infatti travolgesse alcuni turisti. Dopo l’ingresso del muro finale è ‘deragliato’ dal tracciato ed ha oltrepassato le reti finendo la sua capriola nella pista parallela riservata ai turisti. Gli organizzatori prontamente hanno fermato la gara è aggiunto una terza rete in quel punto. "Si arriva cotti nel finale", era il leit motiv di Rulfi, taccuino e videocamera munito. Ottima anche la performance di Peter Fill, terzo. Secondo tempo invece per il norvegese Aksel Lund Svindal. Quarto il canadese Erik Guay, quinto l’austriaco Klaus Kroell e sesto lo svizzero Didier Cuche. Decimo Michael Walchhofer e quattordicesimo Bode Miller. "Oggi in molti sono scesi con il freno tirato. Domani intanto faremo selezione. Sono sicuri Christof Innerhofer, Peter Fill Werner Heel, Patrick Staudacher. Invece fra Stefan Thanei, Hagen Pattscheider, Matteo Marsaglia, Elmar Hofer e Siegmar Klotz sceglieremo i migliori tre". Intanto Staudacher tredicesimo venticinquesimo Pattscheider davanti a Thanei e trentesimo Marsaglia.
 

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...