Difenderà i colori di uno ski-college dello Utah

Ce l’ha messa tutta, ci ha creduto. Ha fatto passi in avanti, ha ottenuto risultati importanti, è cresciuto ma non è bastato. Da fuori squadra ha lottato per farsi spazio in Coppa Europa Giulio Bosca, che ha terminato la stagione forte di due decimi posti, un tredicesimo, un quattordicesimo ed un diciassettesimo. Risultati degni di nota, non certo eclatanti è vero, ma se gurdiamo il resto degli azzurri in Coppa Europa l’inverno di Giulio è stato eccezionale. Tuttavia non è stato inserito in squadra nazionale B e il ‘milanese di Courmayeur’ in forza all’Esercito, ha chiesto l’aspettiva ed è volato negli States.

ECCO GIULIO – Le dichiarazioni di Bosca: «A primavera non ero in squadra azzurra e senza nemmeno la sicurezza del posto in Coppa Europa. Certo, alla fine mi hanno contattato per dirmi che mi sarei potuto aggregare agli allenamenti del team B, ma ho preferito desistere a queste condizioni. Così ho scelto di fare un’esperienza negli Stati Uniti e sto frequentando lo Ski College a Salt Lake City nello Utah, il Westminister College. Ringrazio il Colonnello Mosso e l’Esercito che mi hanno permesso di fare questa esperienza. Frequento un master in economia prestigioso e ovviamente mi sto preparando per le prime gare della stagione. Obiettivo? Inizio con il circuito Nor-Am, gare di ottimo livello».