Domani il primo gigante a Hinterstoder; tre giorni di gare in Austria

La Coppa del Mondo si avvia lentamente alla conclusione. Ancora due fine settimana e poi sarà tempo delle Finali di Saint-Moritz, il test event prima della rassegna iridata del 2017. Il settore maschile gareggia a Hinterstoder, località che ha fatto come La Thuile: triplicato gli appuntamenti. Sulle nevi austriache si correrà infatti un superG e un gigante, come da programma, e si recupera il gigante annullato per il maltempo ad Adelboden, Svizzera.

IL PROGRAMMA – Il nuovo programma di gara prevede l’anticipo di un giorno. Domani, venerdì, si svolgerà il primo slalom gigante (orari 9.30 – 12.30), poi sabato spazio al superG (ore 12), con gran finale domenica nuovamente con il gigante (stessi orari del primo).

IN PASSATO – A Hinterstoder si sono svolte dodici gare, di cui cinque giganti maschili. La prima volta, nel 1994, vinse il norvegese Kjetil Andre Aamodt, poi nel 1996 trionfò Michael Von Gruenigen, nel 2000 l’austriaco Christian Mayer, nel 2006 Aksel Lund Svindal e nel 2011 Philipp Schoerghofer. Italia è salita tre volte sul podio. Una nel 1986 con Oswald Totsch (terzo in slalom), una con Deborah Compagnoni nel 1992 (seconda in gigante) e una con Peter Fill nel 2006 (secondo in superG).

GIGANTESaranno dieci gli azzurri che prenderanno parte al gigante. Al via Roberto Nani, alle prese con un virus intestinale, Florian Eisath, Massimiliano Blardone, Manfred Moelgg, Riccardo Tonetti, Luca De Aliprandini, Andrea Ballerin, Simon Maurberger, Tommaso Sala e Alex Zingerle. La pista dove si svolge il gigante parte subito con un muro ripido, poi la pendenza diminuisce e termina con delle ondulazioni. In questi giorni a Hinterstoder fa molto caldo. Gli organizzatori hanno deciso di annullare la sciata in pista per tutti, anche per i supergigantisti, in programma questa mattina (giovedì).

SUPERG – Nella gara di sabato correranno invece Peter Fill, Dominik Paris, Christof Innerhofer, Henri Battilani, Mattia Casse, Emanuele Buzzi, Guglielmo Bosca, Luca De Aliprandini e Riccardo Tonetti.

AZZURRI – Dopo i recenti risultati l’Italia si candida a essere ancora protagonista. In gigante si attendono risposte da Roberto Nani & Co, oltre a vedere come reagirà Massimiliano Blardone, reduce dallo strepitoso podio giapponese. In superG le cartucce non mancano. In primis Dominik Paris, vincitore a Chamonix, poi Peter Fill, Christof Innerhofer e tutti gli altri.

TELEVISIONE – Le gare di Hinterstoder saranno trasmesse in diretta da RaiSport ed Eurosport

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...