Ramona Siebenhofer al via del gigante di Soelden ©Gabriele Facciotti/Pentaphoto

Il giorno tanto atteso dagli addetti ai lavori (e anche dagli appassionati di sci) è dietro l’angolo. Domani – sabato – la Fis ufficializzerà i calendari della Coppa del Mondo che, come noto, cambieranno come in questi mesi è accaduto per praticamente tutti gli sport. Domani verranno sgomberati dubbi e tante indiscrezioni che in questi mesi sono filtrate dai media di tutto il mondo. C’è però già qualche certezza che è stata confermata dalla Fis a metà settembre, dopo il comitato tecnico che si è svolto nel quartier generale di Oberhofen e in parte in modo virtuale. Dunque a circa 24 ore dai nuovi calendari, proviamo a riepilogare quello già si conosce della prossima stagione, consapevoli che qualche aggiustamento potrà ancora esserci. 

Soelden. Le gare sul Rettenbach sono state le prime a essere modificate: per evitare pubblico e turisti, l’opening è stato anticipato al 17 e 18 ottobre e si svolgerà a porte chiuse. Sarà una prova generale, tanto che nei giorni seguenti sono previste alcune riunioni Fis che di solito si svolgevano alla vigilia. Non ci saranno eventi collaterali, così come le consuete presentazioni di squadre, sponsor e atleti. 

Levi ©Alessandro Trovati/Pentaphoto

Levi si tiene i due slalom, ma a differenza del passato solo le donne si metteranno in viaggio. Gli uomini invece recupereranno lo slalom finlandese in altra località che verrà svelata domani. Non ha senso andare in Finlandia per una sola gara. La trasferta in Nordamerica non si farà: quest’anno niente gare a Beaver Creek, Killington e Lake Louise, che ospitava sempre uomini e donne. I recuperi sono stati riprogrammati tra Sankt Moritz, Courchevel e Val d’Isère con un susseguirsi di cambi di date, che solo domani saranno più chiari. Sankt Moritz sarà anticipata al 5 e 6 dicembre con due superG, Courchevel raddoppierà i suoi appuntamenti. 

Modificato anche parte del programma dell’Alta Badia: nessun problema per il gigante della domenica, mentre il parallelo del lunedì verrà sostituito da uno slalom diurno. Ad Adelboden ci saranno tre giornate di gare: due giganti e uno slalom.

Mikaela Shiffrin ©Giovanni Auletta/Pentaphoto

Nelle ultime ore i media francesi danno per certo un doppio slalom a Chamonix a fine gennaio, mentre in Austria si dice che Kitzbuehel ha rinunciato all’immensa festa e farà l’evento a porte chiuse. La Svizzera prova a trovare una soluzione intermedia.

Il nuovo calendario è stato studiato per dividere il più possibile il gruppo maschile e quello femminile, quello delle discipline veloci e delle discipline tecniche, cercando di ottimizzare il numero di trasferte e i costi. E poi priorità alla discesa, al superG, al gigante e allo slalom. 

La comunicazione ufficiale Fis parla di 39 gare per il settore maschile e 35 per quello femminile. Nella bozza di calendario ce ne sono 43 in 22 località per gli uomini e 39 in 21 località per le donne. Domani tutti i dubbi troveranno risposta, ma solo di settimana in settimana si capirà come evolve la Coppa del Mondo.