Didier Defago: l'oro in discesa libera è suo

Alle sue spalle Svindal e Miller racchiusi in nove centesimi

Tutto in nove centesimi: sulla pista ‘Dave Murray’ di Creekside, finalmente illuminata dal sole, la medaglia d’oro in discesa libera è andata all’elvetico Didier Defago che ha preceduto di sette centesimi Aksel Liund Svindal e di nove Bode Miller. Ai piedi del podio Mario Scheiber, quarto, a dodici centesimi da Miller e il canadese Guay. Il tratto finale della pista è stato determinante nel gioco per le medaglie, in una gara dai distacchi così contenuti: la neve più molle, di difficile interpretazione, ha forse fatto la differenza più delle curve nel tratto tecnico. Gli azzurri sono finiti fuori dai dieci, anche se con distacchi contenuti. Werner Heel, dodicesimo a 88 centesimi, ha ‘tenuto’ troppo: una sciata perfetta, ma non la tattica giusta per una gara ‘secca’ con le medaglie in palio. Bene Peter Fill, quattordicesimo a 98 centesimi: considerando che aveva una sola gara nelle gambe, ha fatto anche troppo. Un po’ di rammarico, invece, per Christof Innerhofer: per tre intertempi è stato il più veloce di tutti, poi nel finale si è perso, concludendo diciottesimo. Molto indietro Staudacher, a oltre due secondi e mezzo.
Insomma, il programma dello sci alpino è iniziato con una mezza sorpresa: Didier Defago non era certo tra i favoriti, ma l’oro olimpico trova posto nella sua bacheca a fianco dei trofei di Kitzbuehel e Wengen. E questo per un discesista qualcosa vuol dire.

A BREVE GLI AGGIORNAMENTI ‘LIVE’ DAI NOSTRI INVIATI A WHISTLER CREEKSIDE.

Altre news

La Val Gardena cala il tris e recupera la discesa di Beaver Creek

La prossima settimana la Coppa del Mondo maschile farà tappa in Val Gardena, località che quest'anno cala il tris perché la Fis ha deciso di assegnare al comitato Saslong Classic il recupero della discesa cancellata qualche giorno fa a...

Arriva Race ski magazine 169 di dicembre

È arrivata la neve, le località aprono e l’inverno entra nel vivo. Ormai ci sarà una gara dietro l’altra fino al termine della stagione, dalla Coppa del Mondo alla Coppa Europa, passando per moltissimi eventi giovanili e i Campionati...

Il Collegio di Garanzia del Coni legittima definitivamente Roda presidente Fisi

Il Collegio di Garanzia del Coni si è nuovamente espresso in materia di eleggibilità del presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Flavio Roda. In precedenza c’erano stati passaggi degli organi giudiziari Fisi e successivamente da parte proprio del Collegio...

Agazzi: «Goggia scia più sui piedi e così è maggiormente scorrevole»

Che esordio per Luca Agazzi. Pronti via una doppietta straordinaria con la sua Sofia Goggia E si, perchè da quest'anno il trio delle meraviglie (Goggia - Brignone - Bassino) può avvalersi di un tecnico di fiducia personale con la coordinazione...