Nicol Delago

«Mikaaa». Nicol Delago taglia il traguardo, esplode di gioia e grida il nome del suo amico a quattro zampe, a cui tiene molto e che spesso mostra sui social. Il primo pensiero subito dopo il quinto posto nella discesa di Lake Louise è per lui. La gardenese vive un mix di emozioni al parterre della sua 36a gara di Coppa del Mondo, poi a freddo lancia un messaggio alle compagne di squadra a casa e ferme per infortunio. Johanna, Elena, Sofia «dedico questo piazzamento a voi che non siete presenti per tutti gli infortuni che ci stanno perseguitando, ma come dice Jhonny (Giovanni Feltrin, ndr) ci state spingendo più forte». Ventidue anni, un podio in Coppa Europa, due ai Mondiali Juniores, sta crescendo bene e velocemente l’azzurra. «Devo ringraziare tutto lo staff che mi sta aiutando a migliorare». 

ATOMIC LA COCCOLA – E parlando lo staff, dalle immagini della regia internazionale si è notata la presenza in partenza anche dello Skiman Atomic, Federico Brunelli. Lui, l’uomo nascosto che lavora sugli sci di Sofia Goggia, non è rimasto a casa ed è partito comunque oltreoceano per lavorare sui materiali della bergamasca, a casa per recuperare dall’infortunio. Ed essendo un uomo dell’azienda di Altenmarkt, si è messo a disposizione. Osservando le analisi non sfuggono i primi due rilevamenti della velocità. Nel primo speed, Delago prima, nel secondo speed, Delago prima…

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.