©Agence Zoom

Domenica è il giorno del parallelo. Meglio del gigante parallelo, al debutto nella Coppa del Mondo femminile. Sci da gigante, distanza tra una porta e l’altra che non deve essere inferiore a 13 metri. Manche di qualificazione, poi eliminazione diretta, da copione. Gli organizzatori per cercare di uniformare ancora di più il tracciato, oltre all’utilizzo del Gps per disegnare la seconda course, una volta piantate le porte della prima, hanno deciso di fresare e ribarrare la parte alta della pista. Alle 9.15 le qualificazioni: sulla rossa iniziano i numeri dispari (1 Shiffrin, 3 Rebensburg, 5 Brignone), sulla blu tocca per primi ai pari (2 Vhlova, 4 Goggia, 6 Holdener, 8 Bassino, 12 Marsaglia, 50 Pirovano, 58 Bertani). Si invertono i tracciati e le migliori trentadue per somma di tempi delle due run passano al tabellone finale a eliminazione diretta. Sino ai sedicesimi si gareggia ancora su due run, dagli ottavi run secca con scelta del tracciato fatta per sorteggio.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.