Oggi è andata in scena la seconda FIS: Cazzaniga ventiduesimo

Secondo superG FIS sulle nevi grigionesi di Davos. E la regola non cambia: chi parte per primo vince, e questa mattina in Svizzera ad imporsi è ancora un austriaco. Stiamo parlando di Daniel Danklmaier che ha staccato il compagno di squadra Daniel Hemetsberger di tre decimi. Sul gradino più basso del podio ecco Michele Cortella. Il forestale veronese chiude a 73 centesimi dalla vetta, dimostrando di essere non solo in forma, ma anche pronto per la Coppa Europa dove vuol essere finalmente competitivo ma soprattutto continuo. Il ‘guerriero verde’ divide il podio con lo svizzero Fernando Schmed e quinto tempo per l’austriaco Thomas Mayrpeter partito questa volta per tredicesimo. A seguire Mario Karelly per l’Austria, lo svizzero Urs Kryenbuhel, gli austriaci Frederic Berthold e Johannes Kroell e a chiudere i top ten l’levetico Ami Oreiller.

GLI ALTRI ITALIANI – Gara sicuramente più che discreta ancora per Davide Cazzaniga: il velocista che si divide fra lo sci club Lecco ed il gruppo sportivo dell’Esercito con cui è tesserato da quest’anno, stacca il ventiduesimo tempo a 2.84. Buona gara ancora del giovane del Lecco e Comitato AC Marco Furli trentaseiesimo a 3.58, davanti al forestale Luis Kuppelwieser. Trentanovesimo un altro nuovo innesto del Lecco in forza alla squadra regionale: Nicholas Bellini. Quarantesimo e quarantareesimo rispettivamento Giovanni Pasini e Federico Paini della squadra azzurra C. Oltre la cinquantesima piazza Christof Atz e Alexander Rabanser del Comitato Alto Adige e il terzo azzurrino in gara Hannes Zingerle.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.