Rahel Kopp a Pila

Dopo due giorni di annullamenti, finalmente la discesa femminile italiana di Coppa Europa si è svolta. Doveva essere disputata a Passo San Pellegrino a dicembre, ma il meteo ci aveva messo lo zampino, è stata riprogrammata a Pila, ma per due giorni neve molle e vento hanno fermato tutte ai box. Oggi finalmente una giornata di bel tempo, con neve davvero dura e comunque con qualche raffica di vento qua e là. Delle due gare in programma solo una si è conclusa, anche perché la partenza è stata abbassata ed è stata inserita una discesa in due manche. 

Nadine Fest, l’austriaca che aveva vinto le prime due discese a Sankt Anton, è uscita subito dopo il saltino, niente punti per lei. Caduta conclusa nelle reti, ma senza conseguenze. Il successo è andato alla svizzera Rahel Kopp, che al termine della manche iniziale rifilava già 8/10 a tutte. Secondo posto per la rumena Ania Monica Caill, staccata di 1”48 dalla vetta, con terzo gradino del podio per la francese Esther Paslier, a 1”65. 

Valentina Cillara Rossi è stata la migliore delle italiane, nono posto a 2”20 dalla vetta. Poi dodicesima la valdostana Carlotta Da Canal, al miglior risultato in carriera, seguita subito dietro dalla veneta Sofia Pizzato. Exploit di Elisa Maria Negri, lombarda del GB Ski che all’esordio in Coppa Europa si è presa la sedicesima posizione, dopo essere partita con il pettorale 71. Ventesima Jole Galli, 26a Nicole Nogler Kostner, 27a Elena Dolmen, 29a Sofia Kerschbaumer, 30a Federica Lani, 31a Alice Mus, 31a Amelia Rigatti Di Grazia, 36a Giulia Albano, 38a Monica Zanoner, 40a Ginevra Maria Berta, 42a Heloise Edifizi e 43a Nadia Fenini, 45a Teresa Runggaldier, 49a Sofia Carrel, 50a Beatrice Costato, 51a Valentina Savorgnani, 54a Alice Calaba, 56a Greta Angelini e 64 Vittoria Cappellini.