Il parterre di Santa Caterina Valfurva

Colpo di scena. Doveva essere Bormio a tornare ad ospitare la discesa maschile di Coppa del Mondo a fine dicembre. Invece niente da fare sulla pista Stelvio e così la FIS opterà per Santa Caterina Valfurva. La decisione è stata presa a causa dell’impossibilità della stazione di Bormio (la società SIB) di assicurare alla FIS la realizzazione delle due opere necessarie per poter allestire la gara. Le ragioni? La mancanza di date certe per avere le autorizzazioni necessarie per effettuare il sottopasso sulla pista e il potenziamento dell’innevamento artificiale nella parte bassa del pendio di gara. Le gare del 28 e 29 (combinata e discesa) torneranno allora sulla Compagnoni di Santa? Probabile, ma non ancora ufficiale. Ricordiamo che le gare sono assegnate alla FIS dalla Federazione nazionale, in questo caso la FISI, che è stata la prima a voler tornare a Bormio.

Gare
Il primo muro della Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva

Ma erano stati gli stessi bormini e il comitato organizzatore presieduto da Maurizio Gandolfi ad avere dei dubbi oggettivi sulla possibilità delle opere da eseguire e non volendo così mollare Santa Caterina. E così la telenovela continua: Bormio, Santa o una terza località addirittura fuori dalla Valtellina?