©Agence Zoom

Federica Brignone non ha preso benissimo la decisione della cancellazione delle Finali di Cortina. Lei che ama la sfida e che sta sciando bene, avrebbe voluto correre anche davanti al pubblico di casa. E come darle torto… Non si potrà fare, la Coppa del Mondo femminile si chiuderà ad Åre la prossima settimana. Al di là di tutto è un punto a favore della valdostana che è leader della classifica generale e che avrà tre cartucce per provare a fare la storia. 

Sarà tutt’altro che semplice perché ieri l’americana Mikaela Shiffrin è arrivata in Scandinavia e oggi dovrebbe mettere gli sci ad Åre, la stessa località che ospita gli allenamenti di Federica Brignone e Marta Bassino. L’americana deciderà al momento se correre oppure no e dice che se lo farà, non avrà obiettivi. Difficile pensare che Shiffrin si sia messa in viaggio dagli Stati Uniti senza essere pronta a tornare e allenata per la sfida finale. 

Federica Brignone ©Agence Zoom

Conti alla mano, Brignone ha 153 punti di vantaggio su Shiffrin, 189 su Vlhova, quando mancano un gigante, uno slalom e uno slalom parallelo. Brignone ha nelle gambe un gran punteggio solo in gigante, disciplina che la vede al comando della classifica. Lo slalom sarà affare tra l’americana e la slovacca (Brignone può però prendersi qualche punto), mentre lo slalom parallelo è sempre il solito rebus. A Sankt Moritz ha premiato Vlhova, ma con una super Brignone sesta. E quarta a Sestriere nel gigante parallelo. Che fanno 90 punti in due gare…

Mikaela Shiffrin ©Agence Zoom

Trecento punti in palio ad Åre: i calcoli non si possono fare, anche perché oltre alla generale la valdostana ha una coppa di gigante da conquistare. E che a questo punto è davvero vicinissima. Brignone è leader di specialità con 77 punti su Petra Vlhova e 93 su Mikaela Shiffrin. Ne basterebbero una manciata e potrebbe amministrare, se si giocasse solo quella di gigante. Ma siccome c’è in ballo anche quella assoluta e nel vocabolario di Brignone non esiste la parola amministrare, allora sarà una sfida che toglierà il fiato a tutti.

Petra Vlhova ©Agence Zoom

In slalom è un gioco tutto tra Petra Vlhova e Mikaela Shiffrin: ci sono solo 20 punti di mezzo e tutto si giocherà in due manche secche. A disturbare la sfida potrebbe esserci Wendy Holdener. Nel parallelo? Anche qui Petra Vlhova è in testa e si gioca la coppetta, ma dietro ci sono Clara Direz (vincitrice a Sestriere) e Federica Brignone.

Åre è anche famosa per le condizioni meteo pazze. Si metteranno anche loro ad aumentare i punti di domanda? La Coppa del Mondo femminile, in questi ultimi anni, non è mai stata così incerta.