Il campione del freestyle si è imposto nel gigante Fis di Coronet Peak

Grande risultato nel gigante Fis di Corenet Peak per la superstar del freestyle Jon Olsson, che si sta allenando con il sogno di essere il primo atleta a gareggiare nello sci alpino e nel freestyle in occasione delle Olimpiadi di Sochi 2014. Lo svedese si è infatti imposto davanti al giovane norvegese Espen Lysdahl e allo statunitense David Chodunsky.
«Avevo buone sensazioni questa mattina – ha dichiarato Olsson sul proprio sito web – anche se il mio pettorale piuttosto alto non mi permetteva di aspirare a chissà quale risultato. Ho chiuso la prima manche al terzo posto, nonostante le condizioni della pista fossero le peggiori che ho incontrato dopo il mio ritorno alle competizioni». La gara l’ha però vinta con una grande seconda manche. «Tra le due manche stavo molto bene, come se mi sentissi che oggi avrei vinto. Dopo il primo tratto ho inanellato una serie di ottime curve che mi hanno fatto acquisire grande velocità per il tratto pianeggiante. Ho tagliato il traguardo molto ‘carico’ e quando ho sentito i miei compagni urlare, ho capito di aver fatto un ottimo tempo. Solo quando Espen Lysdahl ha concluso la sua gara mezzo secondo dopo di me, ho realizzato di aver fatto la mia miglior gara dopo il comeback!». Una bella iniezione di fiducia per Jon, che ha concluso con una dichiarazione molto sentita: «The dream of making the 2014 Olympics is now more alive than ever!»
Con il quarto posto finale, invece Benjamin Griffin si è laureato campione nazionale neozelandese. Vittoria svedese anche in campo femminile, dove Jessica Lindell-Vikarby si è imposta con mezzo secondo di margine sulla slovacca Veronika Zuzulova, quindi le due norvegesi Lotte Sejersted e Chloe Fausa. Domani si torna in pista con uno slalom speciale.

4 COMMENTI

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.