Capolavoro Brignone: rimonta con coraggio e vince anche il secondo gigante

Condizioni difficili, al limiti della regolarità, ma gara comunque portata a termine in qualche modo. Non si può certo parlare di una prova regolare, c’è chi ha preso vento, chi visibilità piatta. Ma la classifica è stata validata e quindi brava a chi ha saputo affrontare con coraggio il secondo gigante di Mont Tremblant. E tra queste c’è Federica Brignone, che non è scesa in condizioni facili e che ha tenuto “giù il piede”. Si è giocata il tutto e per tutto e ha vinto; successo numero 23 in carriera, 32° podio in gigante che la porta davanti alla Compagnoni e prima volta che conquista una doppietta nell’arco di due giorni. Fenomenale Brignone che vince con 33/100 su Lara Gut-Behrami, scesa in condizioni davvero impossibile, con terzo posto per Mikaela Shiffrin, a 39/100. Petra Vlhova è invece scivolata al quinto posto.

Tracciato totalmente differente rispetto alla prima manche. Se nella mattinata canadese erano stati disegnati passaggi insidiosi, nella seconda tutto è stato semplificato, con una manche da spingere da cima a fondo senza particolare curva. Più semplice, ma non più facile, perché con la scarsa visibilità (unita a forti raffiche di vento) è stato necessario avere il coraggio per osare e tenere le punte degli sci sempre verso la massima pendenza.

Non è riuscita la rimonta a Marta Bassino, che ha fatto segnare solo il diciassettesimo tempo di manche ed è arretrata all’ottavo posto, con un ritardo di 1″22.

Sofia Goggia ©Agence Zoom

Sofia Goggia non è riuscita a sfruttare appieno un tracciato sulla carta a lei congeniale. Ha comunque chiuso decima e centrato un altro più che positivo piazzamento in gigante, dimostrando costanza. E lanciando segnali positivi alla vigilia della stagione della velocità, il cui inizio è slittato a Sankt Moritz dopo la cancellazione dello Speed Opening tra Zermatt e Breuil-Cervinia.

Elisa Platino ©Agence Zoom

Bella prova per Elisa Platino, che torna a far segnare punti in Coppa del Mondo e che con una manche solida è stata capace di recuperare otto posizioni. Alla fine ha chiuso ventesima a 2″35 dalla vincitrice; bella gara fino all’ingresso dell’ultimo muro per Roberta Melesi, che poi ha sbagliato a impostare il passaggio perdendo per strada decimi importanti. Per lei ventunesimo posto finale.

La Coppa del Mondo torna ora in Europa. Prossimo fine settimana si aprirà il programma della velocità femminile a Sankt Moritz, gare tecniche maschili in Val d’Isère.

Altre news

Coppa Europa, Asja Zenere vince il superG in Val Sarentino

Stoccata vincente di Asja Zenere nel superG di Coppa Europa in Val Sarentino: prestazione in rimonta dell’azzurra che con il best crono negli ultimi due settori sale sul gradino più alto del podio, precedendo di 35 centesimi l’austriaca Magdalena...

Coppa Europa: a Wahlqvist il secondo gigante; 11° Talacci e 12° Franzoni

Undicesimo posto per Simon Talacci e dodicesimo per Giovanni Franzoni nel secondo gigante di Coppa Europa di Pass Thurn. La vittoria è andata al norvegese Jesper Wahlqvist che ha concluso in 1’51″72 e preceduto di 5/100 il tedesco Jonas...

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...