Non si ferma nella finish area e raggiunge lo skiroom della Volkl. E’ deluso, troppo deluso Giuseppe Bianchini, il fedele skiman di Stefano Gross. Ci mette un po’ a parlare Beppe, poi afferma mentre asciuga gli sci di ‘Sabo’: «Per cinque centesimi abbiamo perso il bronzo. Questo quarto posto non ha senso, anzi è un non senso, per me vale come un quarantesimo. Alle Olimpiadi conta solo il podio, le medaglie. Così brucia davvero. Poteva essere il miglior risultato per ripartire convinti, dopo una stagione difficile. Sabo è tornato davanti è vero, ma questo quarto posto è diverso dagli altri, qui conta poco».

Articolo precedenteMoelgg: 'Un'Olimpiade da dimenticare'
Articolo successivoTutta la delusione di Stefano Gross
Andrea
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nel giornalismo e nella comunicazione, unendo la passione per lo sport al lavoro. Dal 2013 collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e di Reparto Corse, passando poi a seguire sul campo anche eventi di Coppa del Mondo, Campionati Mondiali e Coppa Europa. È giornalista e fotografo a tutto campo e porta avanti un'agenzia di comunicazione specializzata nello sport e negli eventi: ciclismo, mountain bike, sport invernali e trail le discipline più seguite.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.