©Agence Zoom

Quasi incredula Marta per il primo podio in discesa in Coppa del Mondo, sempre più convinta Federica ai vertici delle classifiche. Sorride la Bax: «Ho sperato fino all’ultimo di vincere questa gara, però sapevo che le condizioni di visibilità sarebbe migliorate discesa dopo discesa come venerdì, con l’arrivo del sole. Quando ho visto Shiffrin arrivarmi dietro, ho fatto un pensierino alla vittoria, sicuro di avere disputato un’ottima gara. Se devo essere battuta, preferisco esserlo da una mia compagna di squadra e sono felice che sia stata Elena. Siamo entrate nella storia, mi è tornato alla mente il gigante di Aspen di tre anni fa. Mi diverto sempre più, è bello essere nelle posizioni di vertice con tanta Italia e domemica in superG può arrivare un’altra gara che ci dia soddisfazioni».

©Agence Zoom

Anche Federica più di un pensiero al successo lo ha fatto. «Oggi ho vissuto emozioni forti da condividere con le mie compagne, personalmente mi era già capitato altre due volte a Bad Kleinkirchheim e Aspen, per cui sono fiera di farne parte. Tuttavia il mio sentimento oggi è di un pizzico di delusione, posso dire di avere buttato via la vittoria in almeno due occasioni, con due errori che mi hanno limitato fortemente. Francamente non so come ho fatto a rimanere in piedi, pure nella zona dove è caduta Sofia ieri ho rischiato tantissimo. Queste curve si addicono tantissimo alle mie qualità, ho sfruttato quasi tutte le occasioni che mi si sono presentate, su altre piste di velocità non sarebbe successo, però dove c’è da fare valere la tecnica rìesco sempre a difendermi bene, a prescindere dalla specialità. Il superG di domenica sarà un’altra bella occasione per ripetermi, mi aspetto una bella sciata e altrettanto efficaci carvate. Anche la classifica di discesa mi sta regalando soddisfazioni, ma credo di non avere chance, la classifica generale si accorcia nelle zone alte ma continuo a guardare avanti, pensando solamente a quanto posso fare in pista».

©Agence Zoom