Azzurri all'attacco della Stelvio

Scelto anche l'ultimo componente della pattuglia azzurra: corre Elmar Hofer

"Dov’è andato Inner?". Peter Fill esce dalla finish area dopo la seconda prova cronometrata. Cerca il compagno di squadra che è andato a prendere il pulmino per tornare alla Baita de Mario in località Ciuk. Da quando non c’è più la cabinovia Bormio-Ciuk ci si arrangia così. "Pietro" aspetta Christof Innerhofer che arriva. Salta su anche Werner Heel, l’azzurro che ha staccato il secondo tempo dietro a Walchhofer: "Quando arrivi in cima al muro senti le gambe che bruciano. Ti accorgi che la pista sbatte tanto e non riesci  a fare le cose che vorresti vista la rigidità che ti rattrappisce gli arti inferiori. Tuttavia non cambio i miei obiettivi, domani si attacca e si punta al podio”. Determinato è anche Peter Fill che afferma: “Salgo in albergo per recuperare le energie. Questo giro è davvero massacrante, questa pista è la più faticosa del circuito senza alcun dubbio”. Christof Innerhofer si è addirittura alzato nella parte finale. Dopo la Konta, ossia dove c’è il capottino della partenza dello slalom, ha iniziato a tirarsi su e a Feleit ha fatto come per sedersi e ha messo le mani appoggiate sulle cosce. Inner comunque è carico. Già ieri prima della prova sentenziava: “Mi sento bene, devo riscattare le gare della Val Gardena”. Intanto si è sciolta anche l’ultima riserva: corre Elmar Hofer. Fuori Hagen Patscheider e Siegmar Klotz.

Altre news

Esordio in Coppa del Mondo per Lucrezia Lorenzi e Beatrice Sola

«Devo andare forte alle Fis di Diavolezza, poi in Coppa Europa e poi vediamo...». Questo in sintesi il messaggio chiaro, limpido, di Lucrezia Lorenzi che abbiamo sentito proprio una manciata di giorni di quello slalom Fis valido come una...

Coppa Europa, Schieder: «Oggi due piccoli errori»; Molteni: «Abbastanza contento, in superG devo abbassare i punti»

Hanno cancellato un volo a Monaco di Baviera e gli azzurri reduci da Beaver Creek hanno posato la testa sul cuscino all’1 di notte. Un po’ di stanchezza, un po’ di jet lag, ma ugualmente pronti a scendere in...

L’Italia sfiora il podio a Santa Caterina: quarto Schieder, quinto Molteni. SuperG a Mettler

Durante il primo giro di lisciatura, questa mattina, sembrava allontanarsi l’ipotesi di vedere un superG di Coppa Europa sulla Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva. Ma la speranza è sempre l’ultima a morire e così passaggio dopo passaggio, lisciatura...

Zinal, domina Hilzinger. Zenere 7a, Platino 11a

Secondo gigante di Coppa Europa sulle nevi elvetiche di Zinal. Asja Zenere, ieri grande vincitrice  fra le porte larghe, non riesce a confermarsi davanti ma è autrice comunque di una bella gara. Termina settima la veneta del gruppo Coppa...