Azzurre, partenza ritardata per l’America

Cinque ore d’attesa a Milano-Malpensa, viaggio più lungo per Denver

Capita, per carità. Un piccolo incoveniente per il gruppo azzurro femminile in partenza per l’America da Milano-Malpensa, con scalo a New York: il volo è partito con oltre cinque ore di ritardo per l’America (il materiale era già stato spedito una settimana fa) il che probabilmente farà perdere la prima coincidenza per Denver e costringerà le azzurre a trascorrere una notte non prevista nella ‘grande Mela’.

COPPER MOUNTAIN – Da Denver poi lo staff le 15 atlete italiane (Agnelli, Bassino, Brignone, Costazza, Curtoni Elena e Irene, Goggia direttamente da New York dove si trova da quattro giorni, Fanchini Elena e Nadia, Merighetti, Moelgg, Pichler, Schnarf, Stuffer in rigoroso ordine alfabetico, si divideranno tra Vail e Copper Mountain. Probabile anche la partecipazione di alcune atlete agli slalom FIS previsti a Echo Mountain, sempre in Colorado, fra una settimana. Vi terremo aggiornati sull’andamento della trasferta nordamericana.

Iniziamo bene!!aereo in ritardo..Si prospetta un viaggetto impegnativo.. @dadameri @karolinepichler #connessionegiapersa #notteanewyork
Posted by Nadia Fanchini on Domenica 15 novembre 2015

Segui il nostro canale telegram per ricevere subito tutti gli aggiornamenti di raceskimagazine.it. Clicca qui e unisciti alla community.

Altre news