Federica Brignone ©Pentaphoto

Tanta amarezza, occhi lucidi. Federica Brignone lascia per strada una medaglia nella combinata alpina dei Mondiali di Åre. Quello slalom che abbinato alla manche veloce le ha spesso regalato soddisfazioni, questa volta è amaro. «Perché non ho avuto ritmo». Sesta e delusa, a 1″39 dalla medaglia d’oro, andata ancora una volta alla svizzera Wendy Holdener che si è confermata campionessa mondiale dopo due anni. A fare festa è la Svizzera che conquista il primo oro della rassegna svedese. Holdener, molto brava anche nella discesa di questa mattina, ha prevalso per 3/100 sulla slovacca Petra Vlhova, davvero sorprendente nella velocità. Medaglia di bronzo per Ragnhild Mowinckel, norvegese che si è tuffata senza problemi in uno slalom non così difficile. Davanti a Brignone, ancora Ramona Siebenhofer e Roni Remme. 

Più indietro le altre due azzurre. Nicol Delago ha chiuso dodicesima a 2″56, subito dietro, tredicesima, Marta Bassino a 2″61. 

1 COMMENTO

  1. COMPLIMENTI !!!
    Tutta la stampa italiana non davano nemmeno una change di medaglia a PETRA VLHOVA
    e invece X SOLI 3 CENT. NON HA PRESO L’ORO !!!
    Favorite davano la Holdener la Mowinkel la Haser e la Brignone che ha preso nella manche di SL
    ben 1′ 1/2 dalla Vlhova ……….e pensava di fare medaglia ?????
    Persino dalla discesista Siebenhofer ha preso 30 cent. nello SL !!!!
    AVE.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.