Altenmarkt-Zauchensee, prima prova cancellata. E Schrockscnadel bacchetta Kirchgasser e Goergl

Le previsioni parlavano chiaro: era attesa una fitta nevicata su Altenmarkt-Zauchensee e così è stato, fin dalle prime ore della mattina. I gatti hanno lavorato in pista e stanno continuando a farlo, ma senza poter liberare il tracciato in tempo per la disputa della prima prova cronometrata della discesa femminile, la quarta della stagione dopo le due di Lake Louise e Val d’Isere, prevista sabato.

Julia Mancuso e Lindsey Vonn (@Zoom Agence)
Julia Mancuso e Lindsey Vonn (@Zoom Agence)

AUSTRIA – Morale: il training odierno è stato cancellato e resta in calendario quello di domani, venerdì 13 gennaio. La discesa in Austria segna il ritorno di Lindsey Vonn (ci sarà anche in gara) e Julia Mancuso (almeno in prova) nel Circo Bianco.

POLEMICHE – Non si placano, intanto, anzi sono giunte al colmo probabilmente, le polemiche in Austria (prima nella classifica per Nazioni a livello generale, non in quella femminile dove comanda l’Italia) per via soprattutto dei risultati femminili: un solo podio e nessuna vittoria in 19 gare finora disputate, certo senza dimenticare gli infortuni di Brem, Thalmann, Huetter e il ritorno appena avvenuto di Anna Veith. Ma da quelle parti nello sci bisogna vincere, sempre. Il resto conta relativamente. Peter Schröcksnadel, come sempre, non ha fatto giri di parole chiacchierando con i Media locali a Flachau, soprattutto ha pesantemente criticato il rendimento di Kirchgasser e Goergl, veterane del Wunderteam che giusto qualcosina hanno vinto in carriera: «Se non si è in grado di fare risultati bisognerebbe fermarsi – ha detto – Mi aspetto molto di più. Loro sanno cosa devono fare, ma sfortunatamente non stanno facendo quel che mi aspetto. Le giovani invece sono brave e in crescita, ma non dobbiamo mettere loro troppa pressione e aspettarci subito tutto, sono ancora in fase di maturazione». Un chiaro invito a ritirarsi per Kirchi e Lizzy? Ecco subito la precisazione di Jürgen Kriechbaum, direttore tecnico dello sci alpino femminile, al “Kronen Zeitung”, mercoledì 11 gennaio: «Non era assolutamente un invito al ritiro – ha chiarito – e magari si riferiva anche al settore maschile. La sua opinione è ovviamente importante e rispettata». Metterà tutti d’accordo Anna Veith?

Altre news

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...

Mowinckel saluta l’agonismo al termine della stagione

Sono le ultime gare della carriera per Ragnhild Mowinckel, che questa mattina ha annunciato l'ormai prossimo ritiro. Finirà la stagione, poi la trentunenne norvegese saluterà il mondo delle gare. Ha trascorso 14 anni nella squadra norvegese, 12 nel circuito...

Manuel Feller cala il poker: suo anche lo slalom di Palisades Tahoe. Sesto Vinatzer

Ancora Manuel Feller, quarto sigillo in stagione in slalom. Una vittoria, quella dell’austriaco a Palisades Tahoe, tutta in rimonta: terzo a metà gara mette pressione ai primi due con una manche delle sue di questi tempi: all'attacco, ma con...