Almaty (Kazakhstan), Pechino (Cina) e Oslo (Norvegia). Le città candidate ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali 2022 rimangono tre. Nei giorni scorsi, prima della scelta finale del CIO, si era ritirata anche l’ucraina Leopoli, dopo il passo indietro fatto il 17 gennaio da Stoccolma e il 25 maggio da Cracovia. Entro gennaio 2015 le città candidate dovranno presentare il fascicolo ufficiale e le garanzie, tra maggio e giugno verranno fatte le dovute valutazioni e considerazioni, mentre il 31 luglio 2015, in occasione della 127° riunione del CIO in programma a Kuala Lumpur (Malesia), verrà eletta la città incaricata ad ospitare la rassegna a cinque cerchi del 2022.

Articolo precedenteReichelt e Neureuther firmano la gondola di Kitz
Articolo successivoInnerhofer, obiettivo Argentina
Andrea
REDATTORE - Dopo un trascorso da maestro di sci e allenatore, ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nel giornalismo e nella comunicazione, unendo la passione per lo sport al lavoro. Dal 2013 collabora con la nostra rivista, occupandosi dapprima del mondo giovanile e di Reparto Corse, passando poi a seguire sul campo anche eventi di Coppa del Mondo, Campionati Mondiali e Coppa Europa. È giornalista e fotografo a tutto campo e porta avanti un'agenzia di comunicazione specializzata nello sport e negli eventi: ciclismo, mountain bike, sport invernali e trail le discipline più seguite.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.