Alla Brunner il primo titolo

WJC Live – Nello slalom di Roccaraso male le azzurre

Ha ragione Matteo Guadagnini, l’allenatore di Giulia Benedetti, che «la ‘Gran Pista’ è davvero ripida, difficile. La Alloch? Una pista bianca a confronto…». Davvero un pendio insidioso quello di Roccaraso per lo slalom femminile situato nella zona di Pizzalto. Partenza ore 8 per la prima manche, visto le temperature insolite per inizio marzo. Oggi con lo slalom femminile si sono assegnate le prime medaglie della rassegna iridata giovanile. E’ stata l’austriaca Stephanie Brunner ha conquistare quella d’oro. L’atleta del 1994 terza dopo la prima manche è risalita fino alla prima piazza: una pista tanto bella come pendio, quanto rovinata soprattutto nel parte iniziale, più ripida, dove la neve ha mollato dopo le prime concorrenti in entrambe le sessioni. Argento per la svedese Paulina Grassl,classe 1994, che è risalita dalla decima posizione, quindi bronzo per la slovacca Petra Vlhova, classe 1995 e prima Aspirante. E le azzurre? Debacle. Escono in quattro fra la prima e la seconda: in classifica l’azzurra della C Federica Sosio ventitreesima che recupera dalla quarantunesima piazza, quindi Ida Giardini del Rongai Pisogne chiude trentesima.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE