Adelboden e Wengen, per Nani è la settimana dello slalom

Roberto Nani è rientrato in albergo come tutta la compagine azzurra delle porte larghe dopo l’annullamento della gara. Del resto, per dirla con il capo allenatore azzurro Max Carca, «sarebbe stata una guerra, altro che gara regolare e soprattutto senza sicurezza». E’ vero, e anche Nani ci dice: «Dalla cabinovia ieri sembrava un Kuonisbergli in gran spolvero, invece la pioggia ha rovinato la barratura. Era impossibile ed impensabile gareggiare. La gara almeno verrà recuperata…». Per il livignasco allora c’è in programma lo slalom di domani. Alle 18 ci sarà riunione fra team e Markus Waldner per il programma della competizione fra le porte strette, ma gli organizzatori faranno l’impossibile per garantire la manifestazione.

TEMPO DI PORTE STRETTE PER NANI – Roberto Nani sarà al via. Ancora il livignasco: «Dopo il trentunesimo posto di Santa Caterina dove ho sfiorato la qualifica, adesso mi concentro sullo slalom. Domani speriamo di gareggiare, poi sarò presente anche domenica prossima a Wengen. Fra le due gare mi allenerò con insistenza fra le porte strette, sarà una settimana di solo slalom. Poi inizierà l’operazione gigante di Garmisch con allenamenti specifici e magari prendendo parte a due superG FIS per allenarmi al meglio. Ora però testa sullo slalom»

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...