Irene Curtoni per una volta 'in posa' senza casco e tuta da sci @ZOOM Agence

E’ ancora una volta l’Italia a venire incontro alla FIS ‘salvando’ la tappa prevista inizialmente a Zagabria il 3 e 6 gennaio 2016 e ospitando dunque due slalom, uno femminile e poi quello maschile, dopo la discesa libera dello scorso 29 dicembre. Teatro di gara sempre la Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva, ovviamente in questo caso sull’ultima parte di pista. Le nevicate degli ultimi giorni non hanno impedito agli organizzatori (che nel frattempo ospitano anche, per gli allenamenti, le discesiste azzurre impegnate a preparare la tappa di Zauchensee) di lavorare al meglio il manto, con neve barrata.

GARA – E’ per forza di cose la svedese Frida Hansdotter la principale favorita della quinta prova in slalom (quindicesima in assoluto) della Coppa del Mondo donne 2015-2016, prima gara del 2016. Sia perché da due anni è la più costante dietro Mikaela Shiffrin, ancora ai ‘box’ dopo l’infortunio di Aare, sia perché è leader della classifica di specialità e ha vinto, pur senza dominare, l’ultima gara tra i ‘rapid gates’ disputata, a Lienz. Le giovani sono pronte a renderle la vita difficile, da Vhlova a Thalmann, da Holdener a Loeseth, mentre le ‘veterane’ Zuzulova, Strachova, Pietilae-Holmner (e non solo) dovrebbero trovarsi a loro agio su un pendio non particolarmente difficile.

PISTA – La Deborah Compagnoni ospita per la prima volta uno slalom in Coppa del Mondo. L’ultima parte del tracciato, dove si disputerà la gara tra i ‘rapid gates’, prevede due sezioni con un po’ di pendenza, ma nulla di particolarmente difficile. In generale è uno slalom mediamente semplice e poi ovviamente vedremo se le tracciature lo renderanno più difficile.

ITALIA – Azzurre a ‘forza sei’ con Chiara Costazza, attesa finalmente a un bella prova in gara, Irene Curtoni, ottava a Lienz, Manuela Moelgg, brava nella seconda manche in Austria, e poi Federica Brignone e le giovani Federica Sosio e Roberta Midali che hanno vinto il ballottaggio interno, proprio a Santa Caterina, ma ovviamente sulla parte alta del tracciato, con Nicole Agnelli, comunque recuperata. Le azzurre dal 2 gennaio si allenano sulla ‘Deborah Compagnoni’, la speranza è che si ‘sblocchino’ anche in questa disciplina. E un risultato a punti da parte di Sosio o Midali, o perché no di entrambe, farebbe aumentare poi il contingente in slalom tra le donne, permettendo di dare continuità all’inserimento graduale delle giovani che è partito da inizio stagione. Gara dunque importante in ottica azzurra.

PROGRAMMA E TV – Prima manche ore 10.00, seconda alle 13.00, entrambe in diretta su RaiSport1 ed Eurosport 1 un quarto d’ora prima del via.