Maren Skjoeld @ZOOM Agence

Seconda vittoria stagionale in Coppa Europa per la 22enne norvegese Maren Skjoeld, che in un colpo solo si prende il successo di tappa a Oberjoch, in Germania, e il primo posto nella classifica generale. Considerando che finora è stata in grado di vincere in combinata ed entrare nelle dieci anche in gigante, può essere un’avversaria tosta delle austriache e della nostra Pirovano in ottica trionfo finale nel circuito continentale.

SLALOM – A Oberjoch secondo slalom in due giorni, con l’Italia che rialza un pochino la testa rispetto a gara 1 anche se il problema principale rimane il numero alto di uscite. Skjoeld si impone nella classifica finale con il tempo di 1’36”10, davanti a due austriache, le solite note già viste anche in Coppa del Mondo: Julia Gruenwald è seconda a 0”30, Katharina Gallhuber, vincitrice ieri, terza a 0”49. Quarta Willibald, sempre protagonista, quinta Lena Duerr, sesta Resi Stiegler, settima Meillard, ottava la prima azzurra, Chiara Costazza, a 0”81 (classifica molto ‘corta’), nona Huber davanti a Brunner, che dopo due uscite consecutive tra i rapid gates entra nelle dieci, ma perde il primo posto in classifica generale.

ITALIA – Così le altre azzurre: 22esima Agnelli, 30esima Azzola, 39esima Tschurtschenthaler. Fuori nella prima manche Perruchon, Midali, Lorini; nella seconda Lorenzi, Lara Della Mea, Gabloner.

CLASSIFICA E PROGRAMMA – In classifica generale guida ora Skjoeld, con 464 punti. Brunner è seconda a quota 446, terza Gallhuber a 413, quarta Pirovano, che però non ha preso parte alle ultime tre gare, tre slalom, con 350. Con 413 punti, cioè tutti quelli totalizzati in Coppa Europa finora, l’austriaca Gallhuber guida anche la graduatoria di slalom. Prossime gare a Chatel, in Francia, lunedì 25 e martedì 26, una combinata alpina con superG e un superG singolo. Il 27-28 gennaio, invece, al Sestriere, prima tappa italiana femminile con gigante e slalom.