Paris: «Obiettivo numero uno, stare bene. Poi tutto sarà possibile»

Attesissimo in vista della prossima stagione. Il Presidente Roda ha addirittura parlato di lui come di un outsider anche in ottica Coppa generale. Intanto Dominik Paris, intervistato dalla FISI, si gode qualche giorno di vacanza nel mare di Sardegna prima di riprendere la preparazione.

FUTURO – Il campione della Val d’Ultimo, cinque podi nella passata stagione di Coppa del Mondo (di cui due vittorie nelle discese di Chamonix e Kvitfjell) e un terzo posto nella classifica finale di specialità (in libera) ha staccato in questo periodo la spina dopo avere lavorato sodo in primavera.  «La caduta nella prove delle finali di St. Moritz (dove si procurò una lesione muscolare al gluteo e al flessore della coscia sinistra, oltre ad una serie di botte, ndr) mi ha costretto a cambiare i programmi. Per cui ho aspettato di guarire completamente e poi mi sono allenato tantissimo sotto il profilo fisico durante i mesi di maggio e giugno, sugli sci non sono andato più di tre giorni. Adesso sono in fase di scarico, tornerò in pista con la squadra all’inizio del mese di agosto, nel raduno allo Stelvio».

OBIETTIVI – A ventisette anni Paris fa parte dell’elite della velocità mondiale e l’anno prossimo si candida a un ruolo di primissimo piano sia in coppa che nei Mondiali di St. Moritz. «L’obiettivo fondamentale sarà quello di stare bene fisicamente – chiarisce -, allora credo di essere competitivo per tutti i traguardi. Purtroppo a St. Moritz non sono stato in grado di farmi un’idea esatta dalla pista visto che mi sono fatto male e non ero certo al top, tuttavia le sensazioni prima della caduta erano buone. Punto a mantenere uno standard di efficienza per l’intera stagione».

Altre news

Fondazione Cortina incontra Atomic al quartier generale di Altenmarkt

Mancano diversi mesi al via della stagione invernale 2024-25 la quale, per il terzo "inverno" consecutivo (e fino al 2026), vedrà Atomic, il Brand leader a livello mondiale nel mondo dello sci, e Fondazione Cortina, l’Ente organizzatore dei grandi...

L’italiano Andrea Nonnato nuovo preparatore di Vlhová

Cambia il preparatore atletico di Petra Vlhová, che resta però legata all’Italia. Ha lasciato Marco Porta ed è entrato Andrea Nonnato. Il tecnico ha lavorato a Liptovský Mikuláš nelle ultime settimane, seguendo Petra nel suo ritorno ad alto livello dopo...

Addio a Piermario Calcamuggi

Addio a Piermario Calcamuggi. È morto ieri a Torino, dov'era ricoverato a seguito di un intervento chirurgico. Aveva 77 anni. Dopo l’intervento era stato in grado di parlare con la moglie Ita e con i figli, Matteo ed Elisa,...

Sofia Goggia, buone sensazioni sulla neve allo Stelvio: «Mi sento molto bene, sempre meglio»

Il ritorno di Sofia Goggia passa da Bormio e dal ghiacciaio del Passo dello Stelvio. A cinque mesi dall’infortunio, la bergamasca, dopo una prima uscita in pista alcune settimane fa, è tornata in ghiacciaio da venerdì per un altro...