Jeongseon, il pagellone di Race

Ecco il pagellone di Race ski magazine dopo le prove veloci di Jeongseon.

DISCESA LIBERA

Dominik Paris, voto 8.5 – Torna sul podio sulla pista più importante, quella che tra due anni ospiterà le Olimpiadi. Finalmente sul podio, dopo un inizio poco brillante. In questo ultimo periodo era in crescita, in Corea ha concretizzato.

Peter Fill, voto 7.5 – Bravo Peter. Il re di Kitzbuehel è rimasto di poco fuori dal podio, ma è comunque sempre costante, sempre lì con i migliori. Un pensierino alla coppetta di specialità?

Christof Innerhofer, voto 5.5 – Un ventunesimo posto che non può bastare per il finanziere di Gais. Qualche punticino, niente di più e qualche critica sulla tracciatura della gara.

Matteo Marsaglia, voto 5.5 – Sembrava si fosse ritrovato a Garmisch, invece è tornato indietro. Piccoli punti che in una stagione di magra fanno comodo, ma sotto le aspettative.

Emanuele Buzzi, voto 7 – Dal dominio in Coppa Europa alla preolimpica di Jeongseon. Primi punti in Coppa del Mondo per il friulano e tanta esperienza in vista dei Giochi. Bella gara e bella stagione per lui.

Mattia Casse, voto 5 – Non è riuscito a chiudere in zona punti. Termina trentunesimo, uno dei peggiori piazzamenti nella disciplina in questa stagione.

Werner Heel, voto 4.5 – Sempre più indietro. Quest’anno il finanziere è andato solo tre volte a punti in discesa. A Jeongseon è addirittura trentottesimo. Che succede?

SUPERG

Christof Innerhofer, voto 8.5 – Che gara di Inner. Che bello vederlo pennellare. Un grande secondo posto dopo tanti piazzamenti anche sfortunati. Ha sentito l’odore di grande evento?

Peter Fill, voto 7.5 – Stesso discorso per la discesa. E’ mancato il podio ma è arrivato un’altra top 5. Il carabiniere di Castelrotto è sempre più costante.

Mattia Casse, voto 7.5 – Bravo a ritornare lì davanti, dopo una discesa che lo ha visto fuori dalla zona punti. Un tredicesimo posto più che positivo.

Luca De Aliprandini, voto 7 – Prima volta a punti quest’anno in superG. Trentesimo, ma che rischio nelle prove della discesa libera…

Emanuele Buzzi, voto 6 – Il forestale ha sfiorato nuovamente itrenta, questa volta ha chiuso leggermente più indietro, al trentaquattresimo posto.

Werner Heel, voto 4.5 – Stesso discorso fatto per la discesa. Cosa succede? Anche in superG l’ultimo azzurro al traguardo.

Dominik Paris e Matteo Marsaglia, senza voto.

Altre news

Fisi: Stefano Maldifassi si candida alla presidenza. «Ho in mente una Federazione nuova»

«Pensare e vivere gli sport invernali». Questo lo slogan che chiude un breve video realizzato per annunciare la candidatura in Fisi di Stefano Maldifassi. È ingegnere biomeccanico, cinque volte campione italiano di skeleton e allenatore di quarto livello; Maldifassi...

A La Parva Colturi centra una doppietta in slalom; Tranchina secondo in gara-2

Doppietta in gigante la scorsa settimana, bis ieri e l'altro ieri in slalom. Lara Colturi ha fatto uno-due anche tra i rapid gates di La Parva, dove si sono svolte altre gare Fis. Possiamo dire che in quattro gare...

Marsaglia lotta ancora con entusiasmo: «Conta essere veloci, non l’età»

Matteo Marsaglia non molla, anzi, rilancia. Il romano di San Sicario, trentasette primavere a ottobre, è deciso più che mai per un'altra stagione in Coppa del Mondo. Reduce da un'annata davvero positiva, dove fra le varie prestazioni confortanti ha...

Vinatzer in Belgio: «Indoor per preparare l’Argentina. Contento del coach Del Dio»

Domani Alex Vinatzer effettuerà il secondo raduno sulla neve. Dopo quello di Saas Fee, il gardenese classe '99 con il team azzurro si prepara a quattro giorni nell'impianto indoor di Peer in Belgio. Eccolo Alex: «A Saas Fee alle 7.30 a...