Pietro Canzio YOG Lillehammer
Pietro Canzio, ©Andrea Chiericato

Mancano ormai due settimane agli YOG (Giochi Olimpici Giovanili) e c’è grande attesa per conoscere i quattro azzurrini impegnati nello sci alpino. Se per il settore maschile i giochi sembrano ormai chiusi, al femminile è esattamente il contrario. Dalla FISI al momento non trapela nulla perché le convocazioni ufficiali saranno diramate dal CONI e, secondo alcune informazioni, potrebbero non arrivare prima della giunta CONI in programma a Cortina il 26 gennaio.

TOTO NOMI – Al maschile le classifiche e i risultati sono abbastanza chiari. Con ogni probabilità partiranno per la Norvegia il veneto Pietro Canzio e il valdostano Michael Tedde. Al femminile, sempre osservando le classifiche, ci sono almeno quattro nomi per due posti. In cima alla standing Aspiranti ci sono le piemontesi Carlotta Saracco e Lucrezia Lorenzi, la prima 1999 e la seconda 1998. Loro sono state le più regolari, quelle che nel GPI hanno raccolto più punti. Poi non bisogna dimenticare la veneta Sofia Pizzato, più indietro in classifica ma comunque ‘pedina’ importante per la velocità. Ci sono anche due specialiste che ultimamente hanno fatto vedere grandi cose. Sono la gigantista altoatesina Elisa Platino e la slalomista friulana Lara Della Mea, ma dalle ultime informazioni sembrano avere perso quotazioni. Non resta che attendere la lista ufficiale dei convocati che arriverà dal CONI su indicazione della FISI e del direttore dello sci giovanile, Roberto Lorenzi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.