Il Lauberhorn questa mattina in ricognizione ©Andrea Chiericato
Il Lauberhorn questa mattina in ricognizione ©Andrea Chiericato

Un Lauberhorn invaso dalla neve. Questa mattina, mezz’ora prima della ricognizione, nevicava fitto e la visibilità era scarsa. Diversi i centimetri di neve caduti nella parte alta che, come anticipato, è stata cancellata. Dalla nuova partenza, appena sopra l’Hundschopf, tantissimi volontari hanno pulito la pista con pale e rastrelli. Poi gruppi di lisciatori a rifinire ancora la traccia. Va detto che quando siamo scesi in ricognizione, la pista era ancora piuttosto sporca. Sotto il manto è duro, barrato, in alcuni punti esce addirittura la placca di ghiaccio.

ARRIVA IL SOLE – Intanto le nuvole hanno lasciato spazio al sole. A Wengen, a un’ora e trenta dalla partenza, il cielo è sereno. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per una grande discesa libera, purtroppo priva della parte alta. Il Lauberhorn sarà comunque impegnativo per gli atleti.

Dominik Paris in ricognizione ©Andrea Chiericato
Dominik Paris in ricognizione ©Andrea Chiericato

ORARI – Al momento la partenza è fissata per le 12.30, ma la FIS confermerà gli orari alle 11.30. Già di prima mattina flotte di tifosi stanno raggiungendo ogni angolo di pista. I treni continuano a viaggiare carichi di appassionati, pronti a farsi sentire e a dare inizio alla grande festa.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.