Il parterre di Adelboden al 30 dicembre

La neve è arrivata, il freddo pure, o forse no, o forse solo in alcune località. E la Coppa del Mondo maschile trema di nuovo, ancora. In riunione di giuria il FIS Director Markus Waldner ha esposto gli ultimi aggiornamenti per i prossimi appuntamenti del circuito mondiale. Al centro delle notizie e delle problematiche ci sono Adelboden, Wengen e la Corea. In Svizzera manca ancora la neve. Ad Adelboden sembra che la pista non sia ancora stata ultimata e si attendono quindi conferme. Fare allenamento è impossibile e quindi la maggior parte delle squadre, con ogni probabilità, si fermerà ancora a Santa Caterina per preparare l’eventuale appuntamento elvetico. E grazie al lavoro di Tino Pietrogiovanna e di Omar Galli sarà possibile allenarsi sui pendii della Deborah Compagnoni. Wengen sembra la località messa meglio. Le gare sono confermate, ma al momento, con arrivo alzato. In Svizzera è attesa un’ondata di freddo e una notte potrebbe bastare per regalare agli appassionati una gara completa, con il classico traguardo. Lo slalom, invece, dovrebbe disputarsi sulla pista della discesa libera. La FIS è molto fiduciosa per la classica di gennaio. E in Corea? Lì la situazione fa sorridere – anche i tanti tecnici che hanno partecipato alla riunione di giuria -. La funivia non è ancora completata, neve nella parte alta è stata prodotta, ma manca ancora in basso. E quindi bisogna ancora aspettare per il sì e il no. Intorno al 18/20 gennaio Guenther Hujara tornerà sul posto per prendere una decisione definitiva in merito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.