Zermatt, Nani cade: contusioni a caviglia e anca. Ma nulla di grave

Roberto è rientrato in Italia con due giorni di anticipo

0
La caduta di Nani a Zermatt

Rientro anticipato per Roberto Nani. Il livignasco infatti è caduto ieri durante una prova di gigante ed ha riportato contusioni alla caviglia e all’anca.

PAROLA A ROBY – Ecco cosa ci ha detto il valtellinese: «Niente di grave, solo ghiaccio e antiinfiammatori per i prossimi tre giorni, poi sono sicuro che passerà tutto. Ora zoppico, ma ci sta…». Nani si ritiene al momento soddisfatto per lo stage sul ghiacciaio vallese ed inoltre è contento per il nuovo team azzurro: «Abbiamo lavorato bene, le condizioni sono state ottimali, eccezion fatta per un giorno. E’ stato positivo questo allenamento, buone le sensazioni, e poi in squadra c’è un rinnovato entusiasmo che fa ben sperare per il proseguo della preparazione e per l’inverno agonistico».

I DISCESISTI LASCIANO LO STELVIO ANTICIPATAMENTE – Intanto a causa del maltempo, hanno lasciato con due giorni di anticipo il Passo dello Stelvio i discesisti impegnati nel primo stage del 2017. Probabilmente queste giornate saranno recuperate dopo il 20 agosto nel raduno di Zermatt.