Verso uno standard per la durezza degli scarponi?

0
318

Nordica sta cercando di misurare il valore e di creare dei nuovi parametri

La durezza degli scarponi non è altro che un numero che viene assegnato dalle case costruttrici per dare un’idea della rigidità o meno dello scafo. Se i valori che si trovano sui cataloghi appartengono a una stessa scala non esiste in realtà uno standard e non è possibile paragonare il valore 130 di un marchio con quello di un altro. Per questo Nordica, secondo quanto scritto da skiingbusiness.com, sta cercando di andare oltre questi valori e di rendere trasparente il metodo che utilizza per calcolarli. Utilizzando una leva che viene inserita negli scarponi è stato inventato un sistema per determinare quanti Newton-metri ci vogliono per piegare lo scafo di 10 gradi. La forza utilizzata divisa per i gradi di flessione determina il nuovo grado di flessione. L’idea è quella di comunicare la durezza tradizionale e il nuovo valore ma in futuro potrebbe rimanere solo l’ultimo dei due.
 

Articolo precedenteMoelgg: "La Fis esagera"
Articolo successivoCircolo Sciatori Madesimo, i numeri crescono
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...