Sufficienza solo per Goggia, Delago e le combinatiste. Disastro discesa

Puntualissimo, ecco il pagellone di Race Ski Magazine dopo il lungo weekend di gare in Savoia.

COMBINATA ALPINA VAL D’ISERE

Francesca Marsaglia, voto 7,5: si conferma tra le migliori sette della specialità, scia bene in slalom. Adesso urge migliorare in discesa per dare l’attacco ai primi cinque posti.

Elena Curtoni e Hanna Schnarf, voto 7,5: brave anche loro in slalom, per il resto come Marsaglia.

Nicol Delago, voto 9: 19 anni, alla prima combinata alpina in carriera in Coppa, terza gara in assoluto, attacca senza paura in discesa e si difende in slalom. Diciasettesima, primi punti in Coppa. Bravissima. E’ la nostra velocista del futuro.

Sofia Goggia, voto 6
. media tra l’8 della discesa e il ‘4’ per l’uscita in slalom. Era da podio. Ma si è poi rifatta in gigante. Comunque, Sofia c’è…

DISCESA VAL D’ISERE

Elena Curtoni, voto 5,5: vero, miglioramenti enormi in discesa rispetto solo a un anno fa, ma un diciannovesimo posto non può valere la sufficienza.

Francesca Marsaglia, voto 5: lei a punti in discesa ci è andata più volte rispetto a Elena Curtoni. Sicuramente sarà la prima a non essere contenta del suo 20esimo posto.

Verena Stuffer, voto 4: ventisettesima. Non può bastare.

Elena Fanchini, voto 4: in prova bene. In gara irriconoscibile.

Nicol Delago, voto 7,5: a punti alla seconda discesa in Coppa del Mondo, a 19 anni. Ma soprattutto, mostra ‘piede’, coraggio, voglia. Avanti così.

Daniela Merighetti, senza voto
: reduce dalla caduta a Lake Louise, non si è fidata a rischiare. Ci sta. L’aspettiamo a gennaio.

Sofia Goggia, voto 5
: benissimo nella discesa della combinata, tanto da farci sperare in qualcosa di buono per la gara vera in libera. Risultato? Trentaduesimo posto. Ma era alla prima discesa dopo un anno…

Johanna Schnarf, voto 4
: trentaquattesima.

GIGANTE COURCHEVEL 

Sofia Goggia, voto 8,5: un anno fa in Francia cominciava il lungo calvario, un anno dopo risorge e per di più in gigante. Ma sia chiaro: lo consideriamo solo un punto di partenza per una del suo talento…

Federica Brignone, voto 5: non ha interpretato nella maniera corretta la prima manche, parole sue. Nella seconda ha rischiato tutto, sbagliando. Purtroppo perde il pettorale rosso ed esce nel giorno in cui la sua diretta inseguitrice, Brem, vince. Come dice Rulfi, se vuole vincere la ‘coppetta’, deve sbagliare meno.

Irene Curtoni, voto 5,5: mezzo voto in più per il 6° tempo parziale nella seconda manche. Segno che può fare molto meglio.

Nadia Fanchini, voto 5: seconda uscita consecutiva in gigante, primo mini sottogruppo delle migliori sette perso. Eppure l’avevano ‘costretta’ a riposare e saltare la discesa in Val d’Isere. Occasione sprecata. Ma ha un attenuante: il sasso preso nella prima discesa.

Marta Bassino, voto 5: brusco passo indietro rispetto ad Aare.

Manuela Moelgg, voto 5: danneggiata anche lei da un sasso. Ed era dolorante a un ginocchio.

Elena Curtoni, voto 4: seconda non qualificazione consecutiva, dopo due discrete prove tra Soelden ed Are. Migliora in discesa, peggiora in gigante. Perché?

Francesca Marsaglia, voto 4: vale lo stesso discorso già sostenuto per Elena.

Karoline Pichler, voto 4,5: zero punti in quattro giganti. Coraggio. Mezzo voto in più perché è alla prima stagione ‘piena’ in Coppa.

Valentina Cillara Rossi, voto 6: sufficienza d’incoraggiamento, è alla seconda gara in Coppa. Per lei la vera sfida è il ‘posto fisso’ attraverso la Coppa Europa.

COURCHEVEL –> 6th place‼️… as AC⚡️DC once said… • “it’s a long way, to the top, if you wanna rock and roll” !!! •#weareskiing with ATOMIC SKIING ‼️ Posted by Sofia Goggia on Domenica 20 dicembre 2015

1 COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.