Ushuaia, poca neve per le velociste azzurre

0

Condizioni al limite, ma il lavoro procede comunque bene

Cinque giorni sugli sci per le velociste azzurre presenti in Argentina, a Ushuaia, per l’allenamento su neve invernale pre-stagionale: si tratta di Elena Fanchini, Elena Curtoni, Sofia Goggia, Francesca Marsaglia, Daniela Merighetti, Verena Stuffer e Johanna Schnarf, più tutto lo staff al completo, cui si sono aggregate, nelle ultime 72 ore anche Brignone (superG) e Nadia Fanchini (discesa). Dal 14 settembre, dopo i primi contatti con la neve in campo libero e senza ovviamente forzare, le ragazze hanno cominciato a lavorare in libera. Trovando condizioni non semplici, come per altro ben noto e testimoniato anche dalle altre squadre presenti in Terra del Fuoco già da luglio. 

VERENA STUFFER – «C’è poca neve, sì – ci conferma Verena Stuffer direttamente dalla stazione di Cerro Castor – ma comunque si riesce a sciare. Poi è anche vero che qui in Patagonia il tempo cambia rapidamente nel volgere persino di ore, quindi magari poi arriva anche la neve…».  Domani, mercoledì 17 settembre, rientreranno in Italia Federica Brignone e Nadia Fanchini, in Sudamerica già da fine agosto.  

 

Articolo precedenteDopo Soelden si gareggia allo Stelvio
Articolo successivoUshuaia, il bilancio della squadra Svizzera
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine