Tentori ce l’ha fatta

0

Michelangelo entra nel giro azzurro

Un sogno che diventa realtà. Un traguardo raggiunto quando nemmeno un anno fa nella sua testa c’era il pensiero di mollare, di lasciar perdere, di andare a fare dell’altro. Un obiettivo che in passato aveva intravisto ma che poi era svanito. Quasi il timore di non volerlo più inseguire, rincorrere, acciuffare la scorsa primavera. Ma Michelangelo Tentori ha cercato di raccogliere le forze mentali e rivedere qualche accorgimento tecnico e ci ha provato un altro anno. E i visti i risultati ha fatto benissimo.

SENZA PRESSIONI – Eccolo: «Da Senior prima un biennio con le Fiamme Oro, poi sono tornato al Lecco. L’anno scorso mi aspettavo di più, ho pensato a fine stagione se valeva la pena continuare. Poi con i miei coach e la mia famiglia mi sono detto di provarci senza pressioni e aspettive un altro anno agonistico. Ed eccomi adesso qui, atleta di ‘interesse nazionale’, nel giro azzurro finalmente. E’ proprio vero, senza particolari pressioni le cose ti riescono meglio».

CAMPIONE ITALIANO – Una stagione davvero formidabile quella del comasco di Canzo. Classe ’91, tesserato per lo sci club Lecco, è si è laureato a Tarvisio campione italiano assoluto di combinata alpina, grazie alla sua spiccata vocazione alla polivalenza. «Il titolo di campione italiano la gioia più bella, insieme alla doppietta d’oro alle Universiadi». E poi i passi da… gigante. Continua Tentori: «Adesso ho poco più di nove punti in gigante, grazie a diversi risultati ma in prima battuta alla vittoria a Kranjska Gora ai campionati sloveni».

GRAZIE LECCO – Il lariano ci tiene a ringraziare lo sci club Lecco: «Mi ha seguito con professionalità e senza stress. Carlo Riva, Pier Dei Cas, Fausto Presazzi, Danilo Sbardellotto e Dino Tenderini. Allenamenti programmati, lavoro monitorato e un ambiente sereno». E ora? Tante le sfide per Michelangelo adesso. «Sono all’inizio di una nuova vita agonistica, il bello inizia adesso. Voglio subito mettermi in mostra in Coppa Europa…».

GUARDA LA FOTOGALLERY SOPRA