Team USA: lascia il capo allenatore di slalom e gigante, Dyksterhouse

Una perdita importante per la squadra di Mikaela Shiffrin alla vigilia della partenza per la Nuova Zelanda. Non sono noti i motivi dell'addio

0
Mikaela Shiffrin a Crans Montana @Zoom Agence

Incomprensioni? Voglia di stare con la famiglia? Attesa per un altro incarico? Per ora, non si sa. Fatto è che dopo dopo due stagioni come capoallenatore delle ragazze statunitensi delle discipline tecniche, e quindi anche di Mikaela Shiffrin che di fatto è lo slalom a stelle e strisce, Brandon Dyksterhouse ha lasciato il suo incarico.

INCARICO – Il tecnico aveva ricevuto questo ruolo ad interim prima dei Mondiali di casa del 2015 a Vail-Beaver Creek per poi assumerlo a pieno titolo al termine di quella stagione. Non sono noti, appunto, i motivi delle dimissioni. Niente panico in USSA: Patrick Riml, gran capo dello sci americano, ha avuto solo parole di apprezzamento per Brandon: «Questa è stata la sua decisione e ovviamente la rispettiamo. Abbiamo alcune ipotesi per sostituirlo e vogliamo pianificare tutto prima della trasferta a luglio in Nuova Zelanda».

Articolo precedenteMarsaglia e Bosca, pesi e lavoro atletico insieme ad Asti
Articolo successivoRitiri per Stefanie Moser e Simona Hoesl
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine