Sottotuta, adesso e' roba di…Kappa

0
1472

Energia Pura non c'è più. Intanto nuove norme della FIS sui sottotuta

Si parla sempre e solo di Soelden in queste ore, ma al lavoro c’è anche la formazione dei discesisti. Peter Fill, Christof Innerhofer, Werner Heel, Matteo Marsaglia, Dominik Paris, Siegmar Klotz e Mattia Casse si stanno allenando sul ghiacciaio francese di Tignes. Intanto si effettuano anche gli ultimi accorgimenti sui materiali e proseguono i test sulle attrezzature.

IN GALLERIA AL POLITECNICO DI MILANO – Ad esempio nell’ultimo periodo c’è stata una sessione in ‘galleria del vento’ presso Il Politecnico di Milano. Per i ragazzi test sulla posizione di ricerca di velocità e anche prove con i sottotuta.

LE NUOVE NORME SUI SOTTOTUTA – La FIS ha deciso che i sottotuta non potranno più essere caratterizzati da membrane gommose, solitamente prodotte con composti di polistirene, ma solo da membrane in tessuto. La FIS inoltre ha affermato che farà più controlli in materia ed ha messo un limite di permeabilità dell’aria anche per i sottotuta: 30 litri. Gli azzurri intanto sono alle prese con i test in ‘galleria’, ma dalla prossima gara non potranno più avvalersi della tecnologia di Energia Pura.

KAPPA SOSTITUISCE ENERGIA PURA – Infatti la FISI non ha rinnovato il contratto con Pure Energy, una ‘griffe’ di Energia Pura. Chi farà allora i sottotuta? Kappa si è messa subito al lavoro e per la trasferta nordamericana doterà gli atleti del materiale in questione. Intanto a Torino in ‘galleria’ sono state effettuate prove con i manichini e i nuovi prototipi di sottotuta per analizzare le diverse vestibilità, fattore determinante per l’areodinamica. Insomma, lavori in corso…

Articolo precedenteInnerhofer a Soelden?
Articolo successivoI ragazzi non ci stanno
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...