Schladming, la prima perla di Kristoffersen

Nel tempio dello slalom ha preceduto Hirscher e Neureuther. Settimo Moelgg

12

Grande spettacolo sulla Planai di Schladming dove si è svolto il consueto slalom ‘by night’. Il tracciato estremamente angolato non ha spento l’entusiasmo delle oltre 40 mila persone che hanno assistito al tradizionale appuntamento con la ‘Night Race’ sulla leggendaria Planai. Colpo di scena nella seconda manche con l’austriaco Mario Matt che ha inforcato dopo quattro porte lasciando a bocca aperto le migliaia di tifosi austriaci. Via libera allora a Henrik Kristoffersen al suo primo successo in Coppa del Mondo. Il norvegese ha vinto in 1.47.43, precedendo le colonne portanti dello slalom mondiale: Marcel Hirscher e Felix Neureuther, divisi tra loro di un solo centesimo.

 

//

Quarta e quinta posizione per il tedesco Fritz Dopfer a 28/100 e per il francese Alexis Pinturault. Sesto lo svedese Matthias Hargin, settimo il primo degli azzurri Manfred Moelgg, ottavo lo svedese Markus Larsson, nono il francese Steve Missillier e decimo l’austriaco Reinfried Herbst.

SETTIMO MOELGG, TREDICESIMO RAZZOLI, OUT THALER– Oltre al settimo posto di Manfred Moelgg, chiude in tredicesima posizione Giuliano Razzoli a 2”69, dopo il quindicesimo posto della prima discesa. Una prova per il morale per l’olimpionico, dopo due uscite consecutive nei precedenti due slalom. Diciottesimo Cristian Deville a 3”06 e ventiseiesimo Riccardo Tonetti a 6”06, a punti in Coppa del Mondo per la terza volta. Out Patrick Thaler, che dopo poche porte dalla partenza ha inforcato, chiudendo anzitempo la sua gara. Nella prima manche era uscito Stefano Gross e Giordano Ronci non si era qualificato.

12 COMMENTI

  1. x Alpedan e x Speedgame – Secondo me, anche se battibeccate per vedere chi ne capisce e chi no, dite una marea di ca**ate entrambi. Non si può fare un paragone di questo tipo. La Coppa Europa è una cosa, la Coppa del Mondo è un'altra e a questo arriverebbe pure un asino. Però nell'ultimo slalom, a condizione di pista pari, Ronci ha dimostrato di poter battere in entrambe le manche Kristoffersen (ma anche Aerni e altri ottimi slalomisti). Dunque il suo potenziale tecnico e agonistico non è inferiore. Sul discorso Coppa del Mondo, a Schladming Kristoffersen è partito con il n.1, gasatissimo dai risultati già ottenuti, senza nulla da perdere e con il pieno supporto di tutta la squadra. Giordano è partito dopo la musica, pettorale 63, su una pista che era già difficilmente praticabile per chi partiva con il 12 e con una maledetta necessità di entrare a tutti i costi nei trenta per non sentire il raglio di troppi sapientoni ed essere messo perennemente in discussione. Ora, non si vuole dire che sia più forte di Kristoffersen, ma è inutile celebrare sempre i giovani fenomeni con nomi e bandiere esotiche e giocare al massacro con i nostri.
    Ripeto, ad armi pari ha dimostrato di non essere da meno, anzi. Adesso starà a lui conquistare posizioni nella wcsl come è stato capace di fare Kristoffersen. Poi vedremo chi è più bravo, tempo ce n'è…

  2. @alpendan vedremo al prossimo slalom di coppa quando il norvegese si giochera' la vittoria mentre il nostro giorda' fara fatica a qualificarsi per la seconda manche prendendo 2/3 secondi da Kristoffersen… allora vedremo chi se ne intendera' di piu' di slalom d'alto livello

  3. C'è un abisso tra le due competizioni? Beh allora scusa ma di sci non ne sai molto.
    Poi mi sembra che si è messo dietro il protagonista di schladming non gente qualsiasi… per non citare altri nomi.
    Cmq assurdo… batte Kristoffersen e c'é ancora chi ha il coraggio di dire che deve ancora dimostrare.
    Ringrazio per il "Patetico" ma non faccio altro che riportare fatti e rispondere a non intelligenti dichiarazioni!

  4. GIOBG com'è che hai scritto sopra??????????
    Guarda un po' il nostro Giordi cosa ha fatto oggi in Coppa Europa!
    Come volevasi dimostrare il nostro Giordi non è da meno dei talenti Norvegesi!
    Bravo… Ne capisci di sci!!
    chapeau a Giordi e zitti tutti!!

  5. @gian: Thaler ha 34 anni, difficile possa essere "giovane nella mentalità e nel gesto" però se la gioca coi primi al mondo, di giovani fenomeni in Italia ad oggi non ce ne sono (tranne Paris), punto e basta. Non credo che la colpa sia della federazione ma piuttosto del sistema che sta sotto, visto che gli atleti imparano il gesto tecnico prima di entrare in squadra. Comunque oggi questo è il meglio che possiamo mettere in campo (Razzoli compreso!)

  6. ragazzi quello che abbiamo visto stasera nella seconda di SL è un cambio di passo tecnico in SL che Henrik Kristoffersen,Marcel Hirscher e Felix Neureuther con Fritz Dopfer hanno fatto vedere al mondo dello sci.
    I distacchi inflitti agli azzurri (ma non solo)sono avvilenti per la differenza di passo dimostrata,ma sopratutto per come si sono mossi tra le porte riuscendo a fare velocità anche in angoli impossibili.
    Si salva Moelgg che eleggerei come driver di una nuova classe di atleti che spero venga messa al più presto per rimpiazzare i vari Thaler,Razzoli ,Deville ,vecchi nel gesto e nella mentalità.Grazie di tutto ciò che avete dato ma ora a casa.
    Portare un Razzoli alle olimpiadi sperando in una neve pappa è ridicolo.