Rulfi: 'E' ora di rischiare'

0
870

Live – «Basta timori reverenziali. E occhio a Marsaglia»

E’ appena finita la conferenza stampa degli azzurri. Gianluca Rulfi, il responsabile della velocità, è moderatamente fiducioso per il superG di domani: «Il meteo sarà importante, se ci sarà nebbia la gara oltre a poter essere una ‘lotteria’ per il discorso visibilità, la neve si potrebbe anche ammorbidirsi ulteriormente. Anche a Beaver doveva esserci il duro, poi l’umidità ha intenerito il manto. A maggior ragione è l’ora adesso di rischiare, ficcarsi giù, basta timori reverenziali. Il fatto di crederci e rischiare è quello che ci è mancato a Lake Louise e a Beaver Creek. Pronostici? Non ci sono solo le solite nostre punte, ossia Inner, Fill e Heel, ma dico anche Marsaglia. Speriamo che abbia buone condizioni con il 24, intanto è entrato nel primo gruppo di merito». Ma è mancata solo la convizione agli azzurri nelle prime gare? Come si sono allenati i velocisti questa estate? Ancora Rulfi: «A Ushuaia non ci sono state condizioni ottimali, ma io rimango fiducioso. Certo, è un problema oggettivo il fatto che se il training in Terra del Fuoco risulta essere precario, facciamo fatica poi a recuperare i giorni persi. Per questo motivo, e anche per provare nuove soluzioni e pendii, la prossima estate a Ushuaia è molto probabile che affiancheremo un’altra località sudamericana ed allungheremo così il periodo».

Articolo precedenteGardena, domani c'e' il superG
Articolo successivoI dubbi e le certezze di Innerhofer
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...